Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Spread ai minimi dal 2018 Visco: servono ancora aiuti

Il cordone sanitario dispiegato dalle Banche centrali continua a immunizzare lo spread tra Btp e Bund dalla seconda ondata Covid. Il differenziale di rendimento a dieci anni, nonostante i lockdown alimentino i timori sull’economia (-8% dei consumi a ottobre, stima Confcommercio) è ai minimi da aprile 2018, epoca antecedente non solo la pandemia ma anche il governo giallo-verde che mandò in fibrillazione i mercati (116 punti per lo 0,6% di rendimento). Ancora ieri, la presidente Bce, Christine Lagarde, assicurava che «evitare il contagio finanziario », obiettivo finora centrato, resta un imperativo all’Eurotower e che il consiglio direttivo è pronto a un «aggiustamento dinamico» dei propri strumenti, sottolineando la necessità di ragionare sulla loro durata per accoppiarla a quella di una crisi che resterà a lungo (e il vaccino non è, per ora, «un game changer»). I mercati si aspettano passi concreti alla riunione di dicembre. Il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, tracciando la rotta per la presidenza italiana del G20 del prossimo anno, ha ammonito sul pericolo che la crisi possa «cancellare anni di progressi» su povertà e diseguaglianze. Se digitale e lotta ai cambiamenti climatici sono le vie per un rimbalzo «inclusivo» e «resiliente», nel breve l’avvertimento è che «le autorità fiscali e monetarie dovrebbero continuare a fornire sostegno ». Sui mercati, nessuno per ora paventa il rischio che lo possano «ritirare troppo presto».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un bagaglio di nove miliardi di euro da investire ma, allo stesso tempo, la volontà di recidere og...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’inflazione in Italia, questo novembre, è arrivata a livelli come non si vedevano dal 2008. Gli...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Finanziamenti tradizionali, bond, private debt, quotazione in Borsa, ingresso di investitori finanz...

Oggi sulla stampa