Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Spotify denuncia Apple all’antitrust Ue

Spotify Technology ha presentato una denuncia antitrust in Europa contro Apple. Nello specifico l’azienda di streaming musicale, nella denuncia depositata presso la Commissione europea, il braccio antitrust dell’Ue, accusa il colosso di Cupertino di aver abusato del proprio controllo su quali applicazioni compaiono nel suo app store. Le restrizioni, secondo la società svedese, sarebbero create ad arte proprio per limitare i servizi di streaming musicale in competizione con Apple Music.Spotify afferma che Apple ha reso difficile per i servizi di abbonamento concorrenti farsi pubblicità sugli utenti senza utilizzare il sistema di pagamento di Apple, che in genere richiede una quota del 30% delle transazioni, mentre sul Play Store gestito da Google non ci sarebbero le stesse restrizioni. Spotify ha anche detto che Apple ha a volte rifiutato gli aggiornamenti di sicurezza della sua app e ha minacciato di escluderla dall’App Store per ragioni anticoncorrenziali. «Le app devono competere sul merito, non su chi possiede l’app store», ha affermato Horacio Gutierrez, consulente legale di Spotify.

Un portavoce della Commissione europea ha confermato di aver ricevuto il reclamo Spotify «che stiamo valutando secondo le nostre procedure standard». Il reclamo di Spotify, il primo ufficiale reso pubblico a livello europeo sull’App Store di Apple, intensifica la battaglia globale su come regolamentare i giganti della tecnologia su argomenti che vanno dalla privacy alla competizione.

Non è chiaro cosa farà l’Ue con la denuncia di Spotify, uno dei maggiori successi tecnologici europei più recenti. L’attuale Commissione europea raggiungerà la fine del suo mandato entro la fine dell’anno, a seguito delle elezioni parlamentari di maggio, lasciando poco tempo per compiere progressi significativi in una nuova inchiesta.

In un post pubblicato mercoledì, l’amministratore delegato di Spotify, Daniel Ek, ha affermato che le regole di Apple «limitano di proposito la scelta e soffocano l’innovazione a scapito dell’esperienza dell’utente, essenzialmente agendo sia come giocatore che come arbitro per svantaggiare deliberatamente altri sviluppatori di app». Come parte della sua denuncia, Spotify sostiene che Apple ha creato una serie di quelli che sostiene essere ostacoli ingiustificati o arbitrari per i rivali per favorire il proprio servizio di Apple Music.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Le Regioni sono libere di introdurre esenzioni fiscali sul bollo auto mentre resta il vincolo di non...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Lo sciopero di 24 ore — indetto da Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl-Trasporto Aereo — costringe Alit...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le grandi manovre per il futuro di Alitalia sono ricominciate. Un lavorio si sta svolgendo dietro le...

Oggi sulla stampa