Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Spending review, per l’Adepp «grave vizio giuridico»

L’Adepp (Associazione degli Enti previdenziali dei professionisti) non accetta il mancato riconoscimento, da parte del ministero dell’Economia, delle istanze di rimborso per le somme versate da tutti gli Istituti pensionistici privati all’Erario nel decennio passato, adempiendo alla «spending review» (legge 135/2012). E, all’indomani della risposta del viceministro Laura Castelli all’interrogazione del senatore di FdI Andrea de Bertoldi (illustrata ieri da ItaliaOggi), lamenta un «grave vizio giuridico», giacché una sentenza della Corte Costituzionale (7/2017) «di accoglimento, con dichiarazione di parziale illegittimità costituzionale di una norma di legge, non può mai, per sua stessa natura, aver effetto solo per la parte che promosse il giudizio (la Cassa dottori commercialisti, ndr), ma espunge dall’ordinamento la norma di legge incostituzionale. E ciò vale ovviamente per tutti i destinatari» della disciplina. Per l’organismo guidato da Alberto Oliveti tale tesi «porterebbe a una clamorosa discriminazione tra soggetti uguali», mentre «norme come quella dichiarata incostituzionale, o alcuni orientamenti recenti tendono a svilire l’autonomia delle stesse Casse e la loro natura di soggetti privati». Nello scenario della pandemia, gli Enti (che, in base alla stima del Centro studi dell’Adepp, dovrebbero ricevere globalmente 12,5 milioni, riconducibili agli anni 2012-2013) si sottolinea, svolgono «straordinarie azioni di sostegno» agli iscritti, pertanto le ragioni della loro autonomia, sancita dalla legge, restano «valide» e «indispensabili».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Investimenti nel biometano e metano sintetico. Ma anche nell’idrogeno verde. Con una particolare ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una superlinea con una capacità produttiva fino a 400 mila vetture all’anno e quattro nuovi mode...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Stappa lo champagne Ursula von der Leyen che tiene a battesimo la prima emissione degli eurobond de...

Oggi sulla stampa