Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Sostegni variabili

Contributi a fondo perduto a tre vie, sostegni una tantum, su base variabile e conguaglio a luglio. Nel decreto Sostegni 2, la cui approvazione è prevista per giovedì dal consiglio dei ministri arriva una ulteriore modalità, più flessibile, per la richiesta dei contributi a fondo perduto. Tutto il pacchetto arriva a valere 18 miliardi, 14 per gli interventi più rapidi e 4 miliardi per il conguaglio con i dati di bilancio.

Dai calcoli effettuati sul nuovo contributo a fondo perduto si allarga dunque la platea dei beneficiari con il nuovo meccanismo variabile saranno 100 mila in più quelli raggiunti dai nuovi sostegni. La partita Iva, in buona sostanza potrà certificare il proprio calo di fatturato prendendo come periodo di riferimento non esclusivamente gennaio dicembre 2019 su gennaio-dicembre 2020 ma aprile 2019-marzo 2020 su aprile 2020-marzo 2021. In questo modo si punta a far rientrare chi non era arrivato a toccare il 30% del calo del fatturato in precedenza. In questo caso occorrerà presentare una nuova istanza. Per quanto riguarda poi i sostegni tradizionali, non servirà presentare una nuova istanza, l’Agenzia a chi ha ricevuto il primo bonifico farà in automatico il secondo. Infine il meccanismo del conguaglio sarà alimentato con un fondo a saldo da 4 miliardi. In questo caso con i dati dell’utile e quindi con la chiusura dei bilanci a giugno si procederà alla richiesta. Le previsioni del governo sono di liquidare il conguaglio per luglio. Inoltre arriva un fondo per dare indennizzi a chi è ancora costretto a restare chiuso il mese di maggio, Risorse da 100 mln per chi è chiuso da più di 4 mesi.

Per quanto riguarda le moratorie poi si arriva con la proroga famiglie e imprese fino al 31 dicembre 2021. Lo stop della riscossione arriva fino al 30 giugno mentre si sta discutendo ancora sulla rateizzazione. Il capitolo del lavoro ottiene una estensione del reddito di emergenza fino a settembre. Due mesi in più di indennità per i lavoratori di sport e turismo e la Naspi 2021 senza decalage. Confermato il contratto di rioccupazione con sgravi contributivi.

Dal ministero dello sviluppo economico arriva anche il rifinanziamento della legge Sabatini. E un nuovo credito di imposta sulle rimanenze di magazzino del settore tessile.

Il capitolo del taglio dei costi fissi per le imprese vede confermata la sospensione Tari e la riduzione dei costi delle bollette elettriche fino a luglio. Ok anche ai crediti di imposta dei canoni di locazione per gli immobili non abitativi. Soddisfatto Daniele Manca (Ps): «Il lavoro sul Sostegni 2 conferma il recepimento delle indicazioni del Senato sulla legge di conversione del Sostegni 1».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La guerra dell’Unione europea contro le "Big Tech" è ormai partita. E sembra non fermarsi. Ieri ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Via il carcere per punire i giornalisti che diffamano, datato 1948, quando vide la luce la legge su...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La prima tranche del Recovery Fund si avvicina alle casse del Tesoro italiano. Un assegno da circa ...

Oggi sulla stampa