Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

I sostegni pronti a fare il bis

Sostegni pronti al bis. In arrivo una nuova tranche di aiuti a fondo perduto. Per aprile dopo lo scostamento approvato con il documento di economia e finanza, il governo preparerà un’altra tornata di indennizzi alle partite Iva, da affiancare alle misure per il rilancio. Sul piatto, al momento, secondo quanto ItaliaOggi è in grado di anticipare, risorse equivalenti ai Sostegni che da ieri è possibile richiedere con la nuova procedura messa a punto dall’Agenzia delle entrate. Il canale è stato aperto alle 9, e sarà operativo fino al 28 maggio. Già in mattinata il viceministro dell’economia Laura Cstelli lanciava il conteggio delle istanze inviate, segnalando che, dopo dieci minuti, erano già 2 mila le domande pervenute ai server delle Entrate. Nel pomeriggio è toccato al sottosegretario Claudio Durigon fornire un aggiornamento sui flussi dirichieste per i rimborsi: si era toccata quota 100 mila istanze, con il promemoria che i pagamenti inizieranno a partire dall’8 aprile. In serata l’Agenzia delle entrate ha messo il punto alla prima giornata di invii comunicando su Twitter che si parla di «230.476 domande già ricevute, 550 al minuto senza rallentamenti dal via libera di stamattina». A giugno 2020 durante la prima edizione dei contributi a fondo perduto si viaggiava secondo le stime dell’allora ministro dell’economia Roberto Gualtieri, a 500 domande per professionisti, e in meno di dieci giorni l’Agenzia aveva fornito un primo bilancio di quasi 900 mila domande. L’andamento dunque, in base al dato fornito, è in crescita e andando al ritmo di 230 mila al giorno si arriverebbe al completamento delle istanze in poco più di 10 giorni, considerato che la platea di aventi diritto è stata calcolata in oltre 2.800.000 partite Iva. Ieri, come raccontato da ItaliaOggi, molti studi professionali non sono comunque riusciti a avviare le procedure previste per i clienti. Le case di software stanno ancora ultimando la messa a punto degli aggiornamenti informatici dei software di contabilità necessari per le estrapolazioni dei dati. La domanda e la modulistica da presentare non è uguale a quella dei precedenti rimborsi e ci sono variazioni partendo proprio dal metodo di calcolo e dai riferimenti. Ad aprile, con i dati che si stanno raccogliendo, l’iter sarà più rapido.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa