Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Società, il danno si può prevenire

 

di Bruno Pagamici

Se il voto del socio si manifesta in conflitto di interesse con la società, l'impugnativa della delibera può avvenire antecedentemente rispetto al verificarsi del danno. In particolare, laddove il voto dei soci pesa in misura non proporzionale, i soggetti indicati dall'art. 2479-ter cc. potranno impugnare la decisione dei soci in conflitto di interessi. Ciò sul presupposto che l'atto possa recare danno alla società e quindi con una tutela anticipata dell'interesse sociale. È questo uno degli aspetti interpretativi che emerge dallo studio n. 242-2011/1 pubblicato lo scorso 19 gennaio 2012 dal Consiglio nazionale del notariato.

Lo studio analizza in generale gli aspetti relativi alle decisioni che nel caso di conflitto di interessi possano recare danno alla società. Secondo il Notariato, tali atti sono impugnabili in quanto assunti con la partecipazione determinante di soci che hanno, per conto proprio o di terzi, un interesse in contrasto con quello della società.

La tutela della società per i casi sopra delineati sembra essere quella di un'azione di risarcimento danni di natura contrattuale, ma solo conseguente al verificarsi del danno secondo i normali principi e rimedi di diritto comune (e quindi con i relativi termini, modalità e onere della prova). Pertanto, al fine di tutelare al meglio gli interessi della società, deve essere adottata una disciplina statutaria completa, che potrebbe giungere fino alla previsione di specifiche cause di esclusione o di recesso. Tuttavia, vista la difficoltà di definire statutariamente certe situazioni di danno potenziale per la società, nonché la necessità di una manifestazione dell'esistenza del conflitto di interessi che può essere conosciuta soltanto dal socio medesimo titolare del diritto particolare, appare opportuno imporre statutariamente un dovere di dichiarare preliminarmente le situazioni di criticità, per consentire ai rimedi statutari predisposti di operare in modo efficace. Tale tecnica non fa altro che estrinsecare statutariamente un codice di correttezza comportamentale nell'esecuzione del contratto sociale.

 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa