Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Snam, ok del cda alla separazione da Italgas. Via a newco che sarà quotata

Sarà Paolo Gallo il candidato indicato da Snam a guidare, nel ruolo di amministratore delegato, la nuova holding che nascerà dalla separazione di Italgas da Snam.
Il consiglio di amministrazione di Snam ha infatti dato il via libera allo scorporto, da realizzarsi tramite un`operazione unitaria e contestuale che comprende, tra l`altro, la scissione parziale e proporzionale e la conseguente quotazione presso il mercato telematico azionario di Milano di una nuova società beneficiaria della scissione con il ruolo di holding della partecipazione in Italgas.
La quotazione della nuova societa avverrà entro fine 2016. Previsto lo scambio di 1 azione della nuova societa ogni 5 azioni Snam detenute. Snam manterrà una quota del 13,5% della nuova società.
Tramite l’operazione di riorganizzazione industriale e societaria, l’intera partecipazione attualmente detenuta da Snam in Italgas, pari al 100% del capitale sociale di Italgas, sarà trasferita alla societa beneficiaria al fine di separare l’attività di distribuzione di gas in Italia – dotata di una propria specificita rispetto alle altre attivita del Gruppo in termini di organizzazione operativa, contesto competitivo, regolamentazione e fabbisogno di investimenti – da quelle di trasporto e dispacciamento, Gnl e stoccaggio in Italia e all’estero.
L’operazione, unitaria e sostanzialmente contestuale, nel suo complesso contempla il conferimento in natura da parte di Snam alla societa beneficiaria di una partecipazione pari all’8,23% del capitale sociale di Italgas a fronte dell’assegnazione a Snam di 108.957.843 azioni di nuova emissione della societa beneficiaria, al fine di permettere a Snam di detenere, post scissione una partecipazione del 13,50% nella suddetta societa; la vendita da parte di Snam alla societa beneficiaria di 98.054.833 azioni di Italgas, pari al 38,87% del capitale sociale di Italgas, per un prezzo di 1.503 milioni di euro, il cui pagamento formera oggetto di un Vendor Loan in capo alla societa beneficiaria, tale da generare un adeguato livello di indebitamento finanziario che tenga conto del profilo di attivita, di rischio e di generazione di flussi di cassa; la scissione parziale e proporzionale di Snam con assegnazione alla societa beneficiaria di una partecipazione pari al 52,90% detenuta da Snam in Italgas con conseguente assegnazione ai soci di Snam del restante 86,50% del capitale della societa beneficiaria.
Nel periodo 2016-2020 Snam post-scissione ha in programma un piano di investimenti significativo, pari a 4,3 miliardi di euro, di cui 0,9 nel 2016, per sostenere lo sviluppo delle infrastrutture italiane e la loro interconnessione con quelle europee, rafforzando la sicurezza, la flessibilità e la liquidità dell`intero sistema gas. È questo quanto prevede il nuovo piano inustriale 2016-2020 che sarà presentato oggi alla City di Londra.
L`obiettivo, spiega Snam, “sarà raggiunto attraverso il potenziamento della rete di trasporto e la creazione di ulteriore capacità di stoccaggio in Italia, consentendo anche il completamento della realizzazione di capacità in reverse flow verso gli altri paesi europei e accogliendo anche nuovi flussi dalla regione del Caspio attraverso il gasdotto Tap”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Parla il managing partner dello Studio Chiomenti: "Il numero di operazioni è in forte aumento già...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Rischio paralisi. Perché quel che accade a Berlino si riflette direttamente a Bruxelles. Il probab...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

I sindacati ripartono dalla lettera del primo settembre. Quella inviata al premier Draghi in cui i ...

Oggi sulla stampa