Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

I sindacati: un colpo di mano sospendere il Codice appalti

I sindacati dicono no alla proposta dell’Autorità Antitrust di sospendere il Codice appalti per realizzare le grandi opere che il Recovery Fund finanzierà. La proposta di sospensione è arrivata martedì dall’Autorità. Maurizio Landini (Cgil): «L’idea dell’Antitrust è pericolosa e regressiva. Accelerare così ci porterebbe a perdere il controllo sulla qualità degli investimenti». Luigi Sbarra (Cisl): «Diciamo no a un colpo di mano». Sbloccare i cantieri va bene, ma senza compromettere le «norme sulla legalità ». Tiziana Bocchi (Uil) invita l’Antitrust a «studiare meglio la materia». Quindi mette in guardia da decisioni improvvisate che avrebbero un effetto boomerang: fermare le costruzioni invece di accelerarle. L’Anac chiede di riformare le regole, ma non sospendere quelle in vigore. L’Associazione dei costruttori (Ance) sposta l’attenzione su un’emergenza: il caro materiali. Rame più 17%. Acciaio più 130%. Il Codice appalti non permette «meccanismi di revisione dei prezzi», con il risultato di strangolare le imprese. Dal fronte politico, Chiara Braga (Pd) apre a procedure amministrative speciali per i cantieri del Recovery. Bernini (Forza Italia): il Codice è figlio di un’impostazione vincolistica aggravata dalla cultura del sospetto. Va sospeso.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Primo giorno di lavoro in proprio per Francesco Canzonieri, che ha lasciato Mediobanca dopo cinque a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

 Un passo indietro per non sottoscrivere un accordo irricevibile dai sindacati. Sarebbe questo l’...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doveva essere una Waterloo e invece è stata una Caporetto. Dopo cinque anni di cause tra Mediaset e...

Oggi sulla stampa