Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Sicurezza a 360°

È obbligatorio indicare i costi per la sicurezza aziendale (cosiddetti interni) anche per le imprese di costruzioni che partecipano ad appalti pubblici di lavori. Lo chiarisce definitivamente l’adunanza plenaria del Consiglio di stato del 20/3/2015 (sent. 1/2015). La questione riguarda l’applicabilità al settore dei lavori dell’art. 87, c. 4 del codice contratti pubblici che, ai fini della valutazione dell’anomalia delle offerte, richiede alle stazioni appaltanti di prendere in esame i costi della sicurezza i quali «devono essere specificamente indicati nell’offerta e risultare congrui rispetto all’entità e alle caratteristiche dei servizi o delle forniture». I «lavori» non sono citati e apparentemente l’obbligo di indicare i costi propri di ogni impresa connessi all’esecuzione del contratto vale soltanto per i contratti di servizi e di forniture. In passato un orientamento estensivo aveva ricompreso anche i lavori partendo dalla ratio della norma, che ha finalità di tutela della sicurezza dei lavoratori, ispirandosi a valori sociali e di rilievo costituzionale; un altro orientamento aveva invece escluso tale applicabilità in ragione della speciale disciplina che tale settore ha da sempre nell’ordinamento giuridico. Per i lavori tutto si sarebbe risolto nel piano di sicurezza e coordinamento ex art. 100, decreto 81/2008, in base all’art. 131 del codice dei contratti. Il Cds aderisce al primo orientamento: «Nelle procedure di affidamento relative ai contratti pubblici di lavori i concorrenti debbono indicare nell’offerta economica i costi per la sicurezza interni o aziendali» perché dalla normativa vigente non risultano «prescrizioni o elementi preclusivi dell’indicazione dei costi interni nelle offerte per l’affidamento di lavori». Sarebbe incoerente e illogico anche perché «non si rinviene la ratio di non prescrivere la specificazione dei detti costi per le offerte di lavori, nella cui esecuzione i rischi per la sicurezza sono normalmente i più elevati» e si inciderebbe sulla «prioritaria finalità della tutela della sicurezza del lavoro».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

E adesso a Milano arriverà anche l’Università di Berkeley per costruire un ponte con la Silicon...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il futuro è aperto e tutto fuorché segnato per il capitalismo di libero mercato. Sono in molti i ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sono tutti d’accordo: dopo la pandemia il mercato del lavoro è ripartito forte. Ma l’attenzion...

Oggi sulla stampa