Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Siae, nel 2015 cresce il fatturato (+14%, a 782 mln). Distribuiti 617 milioni agli aventi diritto

Siae ha chiuso il 2015 con un fatturato di 782 milioni di euro (+14% rispetto al 2014), 724 milioni dei quali provenienti dal Diritto d’autore e altri servizi di intermediazione (+16%) e un utile netto pari a 0,3 milioni di euro.
Il bilancio, fa sapere la Società italiana autori ed editori, evidenzia che Siae ha liquidato agli aventi diritto 617 milioni di euro compresa la copia privata, +10% sul 2014, e corrisposto anticipi per quasi 127 milioni di euro nel solo settore Musica; ha ridotto ulteriormente la provvigione media sugli incassi al 15,3% (-0,3%); ha erogato 1 milione di euro come contributi solidaristici e 1,5 milioni di euro per attività culturali e sociali.
Gli incassi per il solo Diritto d’Autore, senza la Copia Privata che beneficia dell’aumento tariffario deciso dal Governo, si attestano a oltre 574 milioni di euro, con un incremento del 9,5% rispetto al 2014.
In netto aumento gli incassi relativi alla multimedialità, +47,4%. Un risultato questo ottenuto anche grazie al consorzio Armonia, hub internazionale che riunisce 9 Società di collecting per la gestione centralizzata delle licenze online, di cui Siae è tra i fondatori con la francese Sacem e la spagnola Sgae. Inoltre, è stato incrementato di 4 milioni di euro il fondo di riorganizzazione a supporto del piano strategico, e sono stati effettuati investimenti per 12,7 milioni di euro, incentrati sull’Agenda Digitale.
“l dati di bilancio del 2015 e tutte le attività nel digitale che stiamo implementando dimostrano che abbiamo intrapreso un percorso di crescita e di svolta importante e ci stiamo posizionando tra le prime realtà di settore a livello Europeo e Mondiale – commenta Filippo Sugar, presidente di Siae. – Secondo uno studio effettuato a livello internazionale, Siae è al settimo posto fra le 20 top collecting al mondo in termini di incasso. Siae nel 2015 ha gestito 45 milioni di opere con contratti di reciproca rappresentanza. Grazie a 120 accordi con società estere, abbiamo inoltre gestito direttamente il nostro repertorio di 12 milioni di opere in oltre 120 Paesi del mondo. Stiamo curando al meglio gli interessi dei nostri associati – continua Sugar – e a tale proposito mi preme sottolineare che gli incassi sono aumentati. Parallelamente, la Società ha diminuito la propria provvigione, che oggi è in media del 15,3%, e dal gennaio 2015 ha azzerato la quota d’iscrizione per gli under 31 e le start up editoriali”.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’anno del Covid si porta via, oltre ai tanti morti, 150 miliardi di Pil. Ma oggi si può dire che...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Forte crescita dell’attività di private equity nei primi due mesi dell’anno. Secondo il dodices...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Goldman Sachs ha riavviato il suo trading desk di criptovalute e inizierà a trattare futures su bit...

Oggi sulla stampa