Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Sì della Fondazione Mps alle richieste delle banche

di Carlo Festa e Cesare Peruzzi

Semaforo verde sulla proposta di liberatoria sui titoli Montepaschi inviata ieri alla Fondazione Mps da Mediobanca e Credit Suisse, esposte per 490 milioni (sui derivati per il Fresh 2008) nei confronti dell'ente presieduto da Gabriello Mancini. L'Ente ha infatti accettato il piano che prevede prima la vendita della quota (fino al 15%) della banca senese, con il deposito del ricavato in un fondo vincolato in favore di tutti i creditori e la successiva ripartizione senza privilegi per alcuno.
Ora la palla passa agli altri finanziatori, cioè il fronte guidato da Jp Morgan, di cui fanno parte altri 10 istituti (tra cui la stessa Mediobanca), che nel 2011 finanziarono per 600 milioni la Fondazione impegnata a sottoscrivere l'aumento di capitale di Montepaschi. Questo schieramento dovrà dunque vagliare il piano e dare il via libera definitivo.
La situazione resta quindi complessa, ma la Fondazione sta cominciando a fare alcuni piccoli passi in avanti nella trattativa con le banche. Una volta raggiunto l'accordo con tutti gli istituti, Siena potrà procedere nella cessione del 7% libero da vincoli e della quota rimanente, fino al complessivo 15% appunto. Su quest'ultimo fronte, stanno continuando le trattative con i potenziali soggetti interessati: fondi di private equity e singoli investitori. Tra i primi restano in pole position Equinox e Clessidra. Proprio ieri il fondatore di Equinox, Salvatore Mancuso, ha confermato l'interesse a rilevare una quota importante delle azioni di Rocca Salimbeni. «Siamo sempre stati interessati, abbiamo un progetto industriale» ha detto Mancuso. Senza precisare se la percentuale a cui punta Equinox è ancora il 12%: «Certamente vogliamo una quota importante», ha aggiunto.
Il manager non ha poi escluso anche un'alleanza con Clessidra: «Stiamo ragionando, facciamo lo stesso mestiere». Uno dei nodi da affrontare resta la presidenza della banca senese: favorito per la carica resta infatti Alessandro Profumo, indicato come il possibile successore a Giuseppe Mussari alla presidenza di Rocca Salimbeni.
Ma i fondi di private equity non sarebbero gli unici soggetti con i quali sono in corso trattative. Gli advisor della Fondazione, Rothschild e Mediobanca, starebbero infatti parlando anche con imprenditori interessati a comprare una quota della banca senese: il dossier Mps è infatti finito sul tavolo di gruppi imprenditoriali come le famiglie Malacalza e Seragnoli.
Il nodo principale da affrontare, nel caso arrivasse un socio con una partecipazione attorno al 5% (ma lo statuto della banca vincola il diritto di voto degli azionisti al 4% del capitale) , sarà quello della governance. Qualunque nuovo socio di peso potrebbe infatti chiedere un ruolo nel governo della banca. Inoltre la quota dovrebbe passare dal mercato dei blocchi.
Così, in parallelo alle discussioni con le banche, la Fondazione sta cercando di capire come meglio valorizzare il suo 15 per cento. Il pacchetto (con un valore attuale di mercato di 600-700 milioni) potrebbe essere spezzettato. Una quota potrebbe finire a investitori finanziari e privati, mentre un'altra quota potrebbe prendere la strada del mercato.
Come? Alcuni addetti ai lavori prendono in considerazione un Abb, Accelerated book build. Il titolo è infatti risalito in Borsa verso 0,42 euro e ora potrebbe interessare anche ad investitori istituzionali: una procedura già utilizzata in passato dalla banca senese. Una cessione sul mercato, da sottoporre agli istituzionali, dovrebbe però, per forza, aspettare la diffusione ed approvazione dei conti del 2011 da parte del consiglio di amministrazione prevista per il prossimo 29 marzo.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Siamo certamente partiti con il piede giusto». Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellan...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«L’intervento del Pnrr si colloca nel solco degli sfidanti obiettivi definiti in sede europea e n...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Squadre di lavoro ad hoc per asili e i nuovi “ospedali di comunità”. Si avvia la fase operativa...

Oggi sulla stampa