Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Sì di Bruxelles alla fusione Dow-DuPont

La Commissione europea ha dato ieri il suo benestare alla fusione nel settore chimico tra due società americane: Dow e DuPont. L’esecutivo comunitario ha però condizionato il suo accordo alla vendita da parte di DuPont delle sue attività nel campo dei pesticidi e alla dismissione da parte di Dow di alcuni stabilimenti nel settore chimico. Nel frattempo, la Commissione dovrebbe mercoledì annunciare la sua scelta sulla proposta fusione tra il London Stock Exchange e la Deutsche Börse.
«I pesticidi sono importanti – per gli agricoltori, per i consumatori e per l’ambiente – ha detto in una conferenza stampa qui a Bruxelles la commissaria alla Concorrenza Margrethe Vestager –. Abbiamo bisogno di una reale concorrenza per indurre le aaziende a mettere a punto prodotti sempre più sicuri. Con la decisione di oggi, facciamo in modo che la fusione tra Dow e DuPont non metta in pericolo la concorrenza dei prezzi nel settore dei pesticidi». Dubbi comunitari vi sono stati per tre tipi di pesticidi: gli erbicidi, gli insetticidi, e fungicidi. Bruxelles ha sottolineato in questo caso l’importanza di promuovere l’innovazione per rispettare sempre meglio l’ambiente. Gli impegni delle due imprese americane di ritirarsi dal mercato hanno rassicurato la Commissione che sul progetto di fusione aveva lanciato una indagine approfondita. Per ottenere l’accordo comunitario, Dow ha anche deciso di vendere alcune attività nel settore petrolchimico.
In questo campo, i timori hanno riguardato la produzione di copolimeri di acido e di ionomeri. Dow ha già annunciato che venderà due aziende produttrici di copolimeri di acido cui è proprietaria in Spagna, e metterà fine a un contratto con un partner terzo da cui acquista ionomeri per poi rivenderli ai suoi clienti. L’autorizzazione di Bruxelles è giunta dopo che la Commissione ha avuto contatti con le autorità degli Stati Uniti, del Sud Africa, dell’Australia, del Brasile, del Canada, del Cile e della Cina. La fusione tra Dow e DuPont è stata annunciata nel dicembre del 2015 e ha un valore di circa 120 miliardi di euro. Una volta effettuata la fusione il gruppo dovrebbe essere diviso in tre diverse entità. Domani, l’esecutivo comunitario dovrebbe pronunciarsi sulla fusione tra il LSE e la Deutsche Börse. Le ultime indicazioni fanno immaginare una bocciatura dell’accordo tra le due società.

Beda Romano

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Spero che l’instabilità politica in Italia non metta a repentaglio il lavoro sul Recovery Plan ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’annuncio ha stupito. Se non altro per i tempi. A poche settimane dall’insediamento dell’ammi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’incertezza rimane molto elevata, per la dinamica della pandemia con le sue nuove varianti e per ...

Oggi sulla stampa