Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Sì al credito d’imposta dopo l’interdizione

L’esclusione dal credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi per le imprese destinatarie di sanzioni interdittive riguarda solo il medesimo arco temporale interessato dall’applicazione della relativa sanzione interdittiva. È quanto affermato mercoledì durante le interrogazioni in Commissione finanze alla Camera da Claudio Durigon, sottosegretario al Mef. Durigon, riportando il parere dell’Amministrazione finanziaria, ha evidenziato che «gli investimenti in beni strumentali nuovi effettuati nel periodo di interdizione saranno irrilevanti agli effetti della disciplina agevolativa e, di conseguenza, i relativi costi saranno esclusi dalla base di calcolo del credito d’imposta in questione.» La disciplina agevolativa sarà invece applicabile per gli investimenti effettuati dopo la conclusione del periodo di interdizione.

Finanziamenti Resto al Sud. Ammontano a 230 milioni di euro i finanziamenti previsti dalla misura «Resto al sud» erogati dalle banche in poco più di tre anni di operatività dello strumento agevolativo. Per questo il Mef e il Ministro per il Sud ritengono che «siano stati raggiunti risultati soddisfacenti, anche nella considerazione delle oggettive e complessive difficolta di accesso al credito per le attivita produttive meridionali, e ancor di piu per le startup micro-imprenditoriali. «Durigon ha inoltre comunicato che il Ministro per il Sud ha ricordato che Invitalia, soggetto gestore della misura, ha sottoscritto fin dal 2017 una Convenzione, recentemente aggiornata, «che ha definito le modalità e i termini in base ai quali le banche aderenti concedono i finanziamenti», convenzione a cui hanno aderito più di 80 fra i principali istituti di credito nazionali e locali, che con circa 5 mila filiali «garantiscono una capillare presenza territoriale nelle regioni di intervento della misura».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Vietato giocarsi il futuro del Paese, usando la giustizia come pericoloso terreno di conflitto. O pr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

C’è una gag, in vita Arenula. La riforma del processo civile, la più importante di tutte perché...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Da quando ha messo piede in via Arenula il 13 febbraio la giurista Marta Cartabia ha perseguito un o...

Oggi sulla stampa