Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Sede e timone in Italia, passo indietro di Natalie

Un’operazione tutta con carta (cioè senza esborso di denaro) che permette la nascita di un big dell’e-commerce del lusso in chiave anti-Amazon. Combinando l’offerta di prodotti a prezzo pieno di Net-à-Porter con le vendite a sconto delle collezioni precedenti di Yoox.com. La nuova società risultante dalla fusione, con un fatturato di 1,3 miliardi di euro e margine operativo lordo di circa 108 milioni, si chiamerà «Yoox Net-à-Porter», avrà la sede legale in Italia e resterà quotata a Piazza Affari. Già l’italianità. È stata la pre-condizione all’operazione (già vagheggiata due anni fa e poi sfumata per un mancato accordo su concambi e governance) posta dal fondatore di Yoox Federico Marchetti. Che diventerà l’amministratore delegato della nuova entità lasciando la presidenza a Natalie Massenet, fondatrice della società acquisita da Richemont nel 2010 per 392 milioni. La holding svizzera (che controlla tra gli altri i marchi Cartier e Montblanc), assistita da Lazard, deterrà il 50% del capitale diluendo gli attuali soci di Yoox riducendo della metà il flottante che ora veleggia attorno all’80%. Richemont tuttavia disporrà soltanto del 25% dei diritti di voto e potrà nominare due membri del consiglio di amministrazione su un minimo di 12 componenti . Al completamento della fusione – che non avverrà prima di settembre – verrà promosso un aumento di capitale fino a 200 milioni per finanziare «nuove opportunità di crescita, anche per favorire l’ingresso di nuovi investitori». L’intento potrà essere quello di chiamare nell’azionariato un grande gruppo del lusso. Per gli analisti di Equita l’operazione è «sensata strategicamente», perché riduce l’esposizione di Yoox al monobrand per il rischio del mancato rinnovo dei contratti. Ecco perché il mercato ieri ha salutato positivamente l’accordo: il titolo Yoox ha chiuso la seduta a 25,75 euro per azione (+11%). 
Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Generali prepara una task force di consiglieri per rendere più condivisa e indipendente la gestazi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La Federal Reserve vede un orizzonte sereno, perciò si prepara a ridimensionare gradualmente le mi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il governo è pronto a varare nella riunione di oggi la manovra per sterilizzare il rincaro delle b...

Oggi sulla stampa