Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Scudo, l’accredito annulla il «segreto»

Il pagamento dell’imposta di bollo speciale e dell’imposta straordinaria sui rapporti segretati da scudo fiscale deve essere fatto entro il 16 luglio. Lo ricorda l’agenzia delle Entrate che, con la circolare 29/E di ieri, illustra le procedure definitive per l’applicazione dei due prelievi.

Perdita della segretazione

L’agenzia delle Entrate conferma che il regime della riservatezza (e quindi il presupposto per l’applicazione del bollo speciale) viene meno in caso di espressa rinuncia da parte del contribuente, da documentare all’intermediario per iscritto e con data certa. L’Agenzia chiarisce inoltre che, in caso di esibizione della dichiarazione riservata in sede di verifica fiscale, la segretazione permane fino alla data di esibizione della dichiarazione riservata a condizione che sia comunicata per iscritto all’intermediario dal contribuente o dagli organi di controllo, confermando la portata retroattiva dell’esibizione che già poteva desumersi dal provvedimento del 5 giugno.

Fa inoltre venire meno la segretazione (per l’intero importo contenuto nel rapporto segretato) la “contaminazione” del conto segretato con accrediti di ulteriori somme o di redditi non tassati a titolo definitivo o con la costituzione del rapporto segretato in garanzia di finanziamenti concessi a terzi. Da ciò si desume che negli altri casi (rinuncia, prelievo, esibizione, a eccezione del decesso del contribuente) la perdita della segretazione possa avere portata parziale. Altro chiarimento è quello secondo cui non causano la perdita della riservatezza le operazioni di riporto, pronti contro termine e prestito titoli, né le movimentazioni derivanti da disposizioni di legge o per contratto (ad esempio, pagamento di commissioni o di imposte, compresa l’imposta di bollo speciale o sui prelievi).

Base imponibile

Sono invece molto sintetiche le istruzioni in merito alla base imponibile. Non è stato affrontato chiaramente il tema della rigida gerarchia dei criteri di valorizzazione (mercato, nominale, rimborso, costo storico). La circolare si limita a ricordare che la base imponibile si determina sul valore di mercato delle attività finanziarie o, se assente o indeterminabile, sul valore nominale o di rimborso ovvero, in assenza di alcuno dei precedenti, sul costo storico. È confermato che il valore di mercato delle attività finanziarie è quello rendicontato dagli intermediari in applicazione di disposizioni di legge. Si dovrebbe quindi concludere che, in analogia a quanto affermato nella circolare 28/E del 2012 in tema di Ivafe, per le attività finanziarie prive di mercati di riferimento debba prevalere il valore nominale, tenendo però presente che ai fini del bollo speciale vale comunque quello rendicontato dall’intermediario, e ciò nel presupposto che sia espressivo di un valore di mercato.

Viene infine precisato che per le polizze di assicurazione si assume il valore di rimborso al 31 dicembre di ciascun anno (o al 6 dicembre 2011 con riferimento all’imposta dovuta per tale anno), intendendo per esso il valore di riscatto alla data di riferimento ovvero in caso di liquidazione o riscatto il valore effettivamente rimborsato.

Conti cointestati e provvista

La circolare prevede che l’imposta speciale debba essere trattenuta al termine del periodo d’imposta ovvero al momento della perdita della segretazione, senza procedere a disinvestimenti in presenza di conti segretati che accolgono denaro. A tal fine, gli intermediari devono applicare l’imposta a valere su conti comunque riconducibili al contribuente, includendo anche eventuali conti non segretati, ma solo se identicamente intestati, salvo – si ritiene – autorizzazione del cointestatario.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Pasticcio di golden power alla parmigiana. La Consob ha sospeso, dal 22 gennaio e per massimi 15 gio...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il progetto di integrazione di Stellantis prosegue a marcia spedita. Dopo la maxi cedola di 2,9 mili...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Entra nel vivo la stagione dei conti societari a Wall Street con la pubblicazione, tra oggi e domani...

Oggi sulla stampa