Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Scambiati su SiBonus 1,3 mln

Crediti per 1,3 milioni di euro scambiati tra febbraio e la prima metà di aprile 2021 mediante la piattaforma telematica «SiBonus» (laddove «Si» sta per «sicurezza»), iniziativa con cui la società delle Camere di commercio per l’innovazione digitale Infocamere permette alle piccole e medie imprese (Pmi) e ai titolari di crediti fiscali di cederli per ricavare liquidità immediata e ai soggetti interessati di acquisirne altrettanti, certi, da portare a compensazione, o rimborso delle tasse. Sul totale degli annunci via web il 41% riguarda somme generate a seguito di ristrutturazioni edilizie, «il 28,4% crediti da ecobonus, il 15,6% da bonus facciate, il 13,5% da Superbonus 110% e l’1,4% crediti da Sismabonus», ma col concorso del Consiglio nazionale dei commercialisti si punta a estendere (ulteriormente) la platea degli aderenti. È quanto emerso durante un webinar sull’andamento di «SiBonus», piano stimolato dalla norma del decreto rilancio (34/2020) che ha ammesso la cessione del credito d’imposta, in luogo dell’utilizzo diretto della detrazione per le spese sostenute per interventi in edilizia; favorendo la circolazione di liquidità nel mercato, s’intende sostenere «la ripresa delle attività economiche in un settore vitale e a forte incidenza occupazionale come quello delle costruzioni», fanno sapere Infocamere e l’Ordine professionale, i cui iscritti possono utilizzare il portale web attraverso specifiche funzioni di delega per assistere i titolari di crediti fiscali seguendo, in tal modo, le varie fasi di cessione e acquisizione delle cifre stabilite per l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione, o di efficientamento energetico. Sulla questione della cessione del credito, a giudizio del segretario del Consiglio nazionale dei commercialisti Achille Coppola, «le banche si sono affidate troppo alle grandi società di revisione, che non stanno dando una risposta del tutto efficiente», invece «noi siamo convinti che sia arrivato il momento» che gli istituti stipulino «un’alleanza strategica anche con la nostra categoria professionale». Nel frattempo, per il direttore generale di InfoCamere Paolo Ghezzi «è confortante che, per crediti già riconosciuti dall’Agenzia delle Entrate, i tempi di monetizzazione si aggirino sui 7 giorni».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Vogliono trasformare Wall Street nella loro foresta di Sherwood. E per mantenere la promessa di rub...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il cloud sovrano dove migrare i dati informatici della Pubblica amministrazione sarà gestito solo ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Se fosse ancora necessario, nelle prossime settimane dal palazzo più importante della giustizia it...

Oggi sulla stampa