Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Savona: sulle banche non accetteremo dalla Ue soluzioni irrazionali

Il dibattito nella Ue sulle correzioni all’Unione Bancaria e sul varo della garanzia unica dei depositi scalda le posizioni del governo, che si ritrova a gestire le complesse partite di Mps, relativamente al quale entro giugno il Tesoro dovrà indicare la via di uscita dal capitale entro il 2021, e Carige, per la quale è stato emesso un decreto su liquidità e l’eventuale salvataggio di Stato. Il ministro delle Politiche Ue, Paolo Savona, ieri davanti alle Commissioni Politiche Ue ed Esteri riunite di Camera e Senato, ha parlato di un «duplice limite» proposto alla «libera scelta delle banche» nel «portare fuori dalla banca» il «business più proficuo e più importante del recupero crediti» (cioè la gestione dei crediti deteriorati, o npl) e quello sull’acquisto di titoli pubblici che è «ancora più pericoloso. È un problema anche di dignità del Paese, non accettiamo soluzioni irrazionali di frammentare la libera scelta delle banche», ha detto, «perché quando frammenti la libera scelta di portafoglio stai attenuando le loro responsabilità» sulla gestione che invece «deve rimanere nelle mani della banche. So di stare prendendo posizioni rigide», ha chiosato, «ma l’obiezione “e se poi rimaniamo isolati?” Mi lascia abbastanza insensibile».

 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa