Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Satispay, banche e fondi spingono la raccolta a quota 42 milioni

Una delle start up tecnologiche italiane di maggior successo — Satispay —, che attraverso la sua app offre un servizio di pagamento su dispositivi portatili (mobile payment) alternativo alle carte di credito, ha chiuso l’aumento di capitale da 15 milioni di euro varato a luglio. La raccolta complessiva sale dunque a circa 42 milioni di euro con una valutazione «post money» (successiva all’investimento) di 115 milioni di euro. L’aumento di capitale aveva visto l’immediata sottoscrizione di 10 milioni di euro da parte di investitori internazionali quali Copper Street Capital (in qualità di lead investor), Endeavor Catalyst, e Greyhound Capital, di istituti bancari come Banca Valsabbina e Sparkasse di Bolzano, e del Club degli Investitori di Torino.

Gli altri cinque milioni sono stati sottoscritti grazie al supporto di Iccrea Banca, che sostiene il progetto fin dalla sua nascita, e dal nuovo socio Banca di Piacenza. Con questa operazione Satispay «oltre ad aver raggiunto la sottoscrizione del 100% dell’importo, esprime valore anche in termini di network grazie all’ingresso dei nuovi investitori e consolida il rapporto con i precedenti azionisti», ha commentato a caldo Alberto Dalmasso, il 34 enne co-fondatore e ceo di Satispay.

Quanto all’impiego delle nuove risorse, Dalmasso ha messo in rilievo la volontà di «intercettare le necessità del pubblico per creare funzioni a valore aggiunto che rispondano a bisogni reali delle persone». Un esempio di questo tipo sono i risultati raggiunti in poco tempo dalla funzione «risparmi», nata per aiutare la community che utilizza il servizio ad accantonare giornalmente piccole somme. A poco più di un mese dal lancio, la funzione «risparmi» ha registrato 50 mila portafogli attivati e oltre 40 mila clienti. In pratica quasi il 10% della community ha già accantonato complessivamente più di un milione di euro.

Satispay è attiva sul mercato dei pagamenti da gennaio del 2015 ed ha raggiunto oltre 650.000 download dell’applicazione e più di 400.000 utenti attivi (con un tasso di crescita giornaliero di circa 1.000 nuovi iscritti). Gli utenti si scambiano denaro e realizzano acquisti con una media di 8 volte al mese, in circa 50mila esercizi convenzionati in tutta Italia. Un numero che regista un incremento di circa 120 nuovi aderenti al giorno.

Marco Sabella

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il consiglio di Atlantia (e quello di Aspi) hanno risposto al governo. Confermando di aver fatto tut...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Serviranno ancora un paio di mesi per alzare il velo sul piano industriale «di gruppo» che Mediocr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il piano strategico al 2023 rimane quello definito con Bce e sindacati. Ma una revisione dei target ...

Oggi sulla stampa