Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Santander, blockchain per il bond

Banco Santander ha emesso il primo bond in blockchain dall’inizio alla fine della procedura. L’istituto spagnolo ha sfruttato questa tecnologia sia per il lancio dell’obbligazione che per la sua custodia. Il bond continuerà a esistere solo nella blockchain: un primo passo verso un mercato secondario potenziale per i valori tokenizzati del futuro.Lo stesso Santander ha emesso l’obbligazione da 20 milioni di dollari (18,1 mln euro), mentre una delle unità del gruppo l’ha acquistata a prezzo di mercato, con una cedola trimestrale dell’1,98%. Santander securities services ha agito in qualità di agente di tokenizzazione e custode delle chiavi crittografiche. Santander corporate and investment banking (Cib), divisione globale della banca che offre assistenza a clienti corporate e istituzionali, ha guidato l’emissione, continuando lungo un percorso avviato dal laboratorio blockchain dell’istituto nel 2016.

Santander si è avvalso della blockchain pubblica di Ethereum, una delle più avanzate tecnologie blockchain open source. Ciò ha consentito alla banca di tokenizzare il bond in sicurezza e di registrarlo in modalità autorizzata nella blockchain. Anche il contante utilizzato per completare l’investimento (consegna dietro pagamento in blockchain) e la cedola trimestrale sono stati tokenizzati, cioè rappresentati digitalmente nella blockchain. Grazie all’automazione del bond, emesso con scadenza a un anno, il numero degli intermediari abituale in questi processi è stato ridotto, consentendo una transazione più veloce ed efficiente. L’obiettivo è quello di collaborare con i clienti più innovativi per passare dalla fase di progetto allo sviluppo del prodotto.

«Il Santander è all’avanguardia nel processo di profonda trasformazione digitale del settore finanziario, e questa transazione ne è un esempio», ha sottolineato il direttore finanziario José Garcia Cantera. «Intendiamo sfruttare tutte le tecnologie capaci di accelerare questo processo perché i nostri clienti possano avanzare ed essere più veloci ed efficienti: la blockchain è sicuramente una di queste».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Al via la banca tutta online e digitale del gruppo Illimity, che fa capo a Corrado Passera. È Illim...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Google ha accettato di pagare un totale di quasi 1 miliardo di euro per chiudere il contenzioso fisc...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il fondo Blackrock torna sopra la soglia del 5% del capitale sia in Unicredit che in Intesa Sanpaolo...

Oggi sulla stampa