Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Sanatoria nelle cause col fisco

La Cassazione fa chiarezza sul passaggio da Equitalia ad Ader nelle cause fra contribuenti e fisco: è nulla la notifica del ricorso di legittimità indirizzata al difensore costituito nel giudizio di merito per la società estinta, ma scatta la sanatoria se Ader si costituisce in giudizio. Idem vale, soprattutto, con la rinnovazione della notifica ex articolo 291 Cpc effettuata presso la sede legale dell’Agenzia entrate riscossione oppure al relativo indirizzo di posta elettronica certificata. Pesa la necessità di garantire «ineludibili esigenze di carattere organizzativo», visto «l’ingente contenzioso» in materia di riscossione dei tributi. Lo stabiliscono le Sezioni unite civili della Suprema corte con la sentenza 15911/21, pubblicata l’8 giugno.

Successione per legge. Niente da fare per i coniugi: diventa definitiva l’ipoteca iscritta dall’allora concessionario della riscossione sugli immobili contenuti nel fondo patrimoniale a garanzia del credito portato dalla cartella esattoriale. Deve qualificarsi come successione fra enti pubblici il subentro di Agenzia delle entrate riscossione alle società del gruppo Equitalia. Non è tuttavia valida la notifica diretta ad Ader, che di Equitalia è successore per legge, ma eseguita al difensore nominato dal precedente agente della riscossione: l’ultrattività del mandato al legale, infatti, deve essere esclusa perché la cessazione del vecchio concessionario e il subentro automatico del successore risulta disposta da una norma di legge, vale a dire il dl 193/2016.

Difesa tempestiva. La notifica, comunque, è soltanto nulla e non inesistente. Se Ader si costituisce in giudizio spontaneamente, non ci sono problemi: l’invalidità viene sanata. Non è necessario, però, che la rinnovazione ex articolo 291 Cpc debba avvenire presso l’avvocatura generale dello Stato a Roma. E ciò perché la convenzione fra Entrate Riscossione e Avvocatura sulla rappresentanza in giudizio non risulta declinabile in termini di esclusività anche nei giudizi davanti alle sezioni civili della Cassazione, compresa quella tributaria. È lo stesso accordo fra le istituzioni a prevedere che, se il ricorso per cassazione è notificato alla sede centrale Ader, l’Avvocatura deve subito essere messa in condizione di preparare la difesa in modo tempestivo.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La guerra dell’Unione europea contro le "Big Tech" è ormai partita. E sembra non fermarsi. Ieri ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Via il carcere per punire i giornalisti che diffamano, datato 1948, quando vide la luce la legge su...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La prima tranche del Recovery Fund si avvicina alle casse del Tesoro italiano. Un assegno da circa ...

Oggi sulla stampa