Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Samsung sfida Apple e presenta il Galaxy S4

Samsung fa un altro passo in avanti e passa la palla a Apple per il prossimo capitolo della partita dell’innovazione nella tecnologia mobile. Con il Galaxy S4, presentato quando in Italia era notte a New York, il colosso coreano ha fatto il suo annuncio più importante, preceduto per mesi da una campagna marketing molto aggressiva. Il nuovo smartphone introduce una serie di miglioramenti rispetto al predecessore S3, a partire dall’hardware: schermo più grande, fotocamera più prestante e un processore più potente. Il tutto con un peso inferiore e con una performance migliore della batteria, vero tallone d’achille della nuova generazione di telefoni intelligenti.
La vera sfida è però sul software. Apple ha rivoluzionato il mercato nel 2007, imponendo un nuovo paradigma che Samsung è riuscita a interpretare più in fretta e meglio di altri. Oggi i produttori si sfidano a colpi di performance crescenti sull’hardware, ma uno standard è stato raggiunto e Samsung era attesa con un prodotto che potesse offrire qualcosa di nuovo in termini di esperienza.
La risposta è un sistema di scorrimento intelligente che permette di gestire il browser e le email senza bisogno di toccare lo schermo. La funzione rileva gli occhi dell’utente e riconosce il movimento del polso per scorrere le pagine. Se durante la visione di un video, invece, l’utente allontana lo sguardo dallo schermo, il display va in standby. Il Samsung Galaxy S4 offre dunque una nuova esperienza di interazione con il dispositivo. Apple aveva fatto un passo simile con Siri, sistema di comando vocale con ancora margini di miglioramento che ha trovato un concorrente in Google voice su Android, la piattaforma mobile oggi più utilizzata.
L’S4 introduce migliorie anche sul comando vocale e nuove funzioni nell’uso delle due fotocamere, anteriore e posteriore. Ci sono inoltre nuove possibilità nella condivisione dei contenuti in tempo reale e un servizio di traduzione istantanea di testi o messaggi vocali nella mail, chat e sms. La nuova funzione S Health, attraverso una combinazione di sensori, monitora costantemente lo stato di salute, l’ambiente in cui si vive e le abitudini alimentari.
Ora la palla passa a Apple, che in Borsa dopo il massimo di settembre ha perso quasi il 40% a causa delle preoccupazioni degli investitori rispetto a un mercato altamente competitivo. Samsung si è mossa molto veloce, con uno smartphone rinnovato in meno di un anno. L’azienda di Cupertino dovrebbe rilasciare a cavallo dell’estate l’iPhone 5S, rivisitazione dello smartphone che nel trimestre di debutto ha fatto meglio del Galaxy: 27,4 milioni di pezzi contro i 15,4 milioni dell’S3, che però era già al secondo trimestre sul mercato (dati Strategic Analytics). Insieme i due controllano metà del mercato degli smartphone, che secondo Idc l’anno prossimo arriverà al sorpasso sui cellulari «normali», senza connessione a internet. Nel 2012 Samsung è arrivata al 30,3% dal 19% dell’anno precedente, mentre Apple è salita al 19,1% dal 18,8%. I coreani hanno una quota maggiore grazie a una gamma di modelli più varia, anche a prezzi inferiori. Stando alle indiscrezioni, è proprio in questa direzione che Apple vorrebbe muoversi nei prossimi mesi, con un modello low cost e magari qualche nuova idea per giocarsi il prossimo tempo di una partita che corre velocissima.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Banche alla verifica degli stress test dopo il Covid. Quante sono le aziende affidate che hanno pos...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo 10 anni passati a riaversi dai traumi della crisi finanziaria 2008 e cinque a tagliare i risch...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«È una riforma importante quella di cui stiamo discutendo in questi giorni — dice il neo presid...

Oggi sulla stampa