Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Salvare Lloyds un affare per il Tesoro britannico

Salvare una banca, a volte, conviene. La prova? L’avventura del Tesoro britannico nella Lloyds. Iniziata nel 2009 con un salvagente pubblico da 20,5 miliardi di sterline per tenere in piedi l’ istituto (noccioline rispetto al fabbisogno di Mps oggi) e in chiusura ora con una potenziale plusvalenza di 2,7 miliardi per lo Stato. Londra ha centrato l’obiettivo con una strategia d’uscita soft: sette anni fa si è ritrovata in tasca il 43% della banca dopo la crisi Lehman. La quota è stata limata un po’ alla volta approfittando dei picchi di mercato. Ultima puntata nei giorni scorsi quando è scesa sotto il 6%. Tra dividendi incassati e proventi dalle cessioni i, l’operazione Lloyds si prepara ad andare in archivio in ampio attivo. Londra, comunque, ha poco da festeggiare. Resta da sistemare il 73% di Rbs acquisito per salvare la banca scozzese. E, ai prezzi attuali, lo Stato rischia di perdere più di 20 miliardi.

Ettore Livini

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’esordio di Andrea Orcel come ad di Unicredit, uscita con un utile trimestrale doppio rispetto al...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica, non fa suo il progetto per una rete unica ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un blitz della Ragioneria generale dello Stato evita un "buco" di 24 miliardi nel decreto "Sostegni ...

Oggi sulla stampa