Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Salta la cedolare per i negozi Tobin tax a 0,4% sul trading

Niente proroga della cedolare secca sugli affitti dei negozi. Stop all’inserimento in manovra del decreto sul rinnovo del prestito ponte di Alitalia, allo slittamento di un mese della nomina del nuovo Garante della Privacy, con l’aumento da 4 a 5 dei membri dell’Autohority, e di quello dell’Agcom e dell’Anac. Ok alla tobin tax rivista, alle penali per le “bollette pazze” dei fornitori di energia, gas, telefonia, tv e internet. E all’emendamento che proroga e innalza dal 30% al 40% la “quota rosa” nei Cda delle società quotate. Via libera anche a una detrazione del 22% delle spese sostenute dalle famiglie meno abbienti per iscrivere bambini e ragazzi ai conservatori, alle scuole di musica e alle bande e all’equiparazione dei monopattini elettrici alle biciclette ai fini della circolazione nel rispetto del codice della strada. Tra approvazioni, bocciature e inammisisbilità, i lavori sulla manovra in commissione Bilancio del Senato sono proseguiti anche all’insegna degli stop and go. E per riuscire a centrare l’obiettivo di portare il testo in Aula giovedì, per poi votare la fiducia sul maxi-emendamento finale il giorno successivo o sabato, con il trascorrere delle ore diventa sempre più gettonata l’ipotesi di chiudere il percorso in commissione senza conferire il mandato ai relatori di riferire in Assemblea.

A caratterizzare la giornata lo stop, un po’a sorpresa, alla proroga della cedolare secca per i negozi, fortemente richiesta da Confedilizia e su cui ha tuonato anche Confesercenti. Sono infatti stati bocciati gli emendamenti di Lega, Fdi e Fi che prevedevano il prolungamento dell’agevolazione al 2020 sugli affitti di esercizi commerciali dopo che la maggioranza aveva ritirato le sue proposte di proroga. «Si tratta di una decisione sorprendente», ha affermato il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa,sottolineando che dal 2020 ci saranno più tasse sui negozi affittati.

Una sorte simile è toccata agli emendamenti dei relatori Rossella Accoto (M5S) e Dario Stefano (Pd) sul travaso in manovra del rinnovo del prestito ponte da 400 milioni per Alitalia e sulle misure per le Autohority della Privacy, Agcom e Anac. I due correttivi sono stati dichiarati inammissibili dal presidente della commissione Bilancio, Daniele Pesco.

Arriva invece, con il sì all’emendamento di Fdi, la nuova aliquota dello 0,4% della Tobin tax su tutte le transazioni per strumenti finanziari derivati, swap, futures e contratti a termine «indifferentemente dalla natura dell’attività sottostante che determina la variazione di valore nei contratti per differenza». Oggi una transazione nei Cfd, con un valore nozionale di 50mila euro, oggi sconta un euro di prelievo. Con il ritocco approvato ieri, sulla stessa tipologia di transazione, la tassa aumenta di 40 volte, anche perché si dovrebbe continuare ad applicare la riduzione di un quinto. Con lo stesso ritocco la Consob potrà assumere 20 “sceriffi” per contrastare le truffe on line (si veda pagina 21).

Approvato anche un fondo pluriennale da un miliardo per i lavori delle Olimpiadi invernali 2026 in Veneto, Lombardia, e nelle province di Trento e Bolzano. Arrivano poi 50 milioni per Ryder Cup di Roma del 2022 e 15 milioni per completare la metro Cisinello-Monza. Nasce una cabina di regia per la destinazione dei 2,5 miliardi destinati alla costruzione di nuovi asili nido. Arrivano fondi per i corsi degli insegnanti contro il bullismo e il raddoppio a 31 milioni delle borse di studio per l’università.

Scatta anche il cosiddetto fondo “Salva casa”. Per effetto di un emendamento a firma del presidente della Commissione Pesco (M5S), sarà possibile mantenere in affitto la casa pignorata o a rischio asta facendo intervenire una società di cartolarizzazione. Grazie all’intervento del Fondo, ancora da finanziare, il cittadino in difficoltà potrà avere l’opportunità di riacquistare con il tempo l’immobile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il progetto di fusione tra Fiat-Chrysler (Fca) e Peugeot-Citroën (Psa) si appresta a superare uno d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Davanti alle piazze infiammate dal rancore e dalla paura, davanti al Paese che non ha capito la ragi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Erogazioni in crescita l’anno prossimo per Compagnia di San Paolo, nonostante lo stop alla distrib...

Oggi sulla stampa