Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Sale a sedicimila euro il bonus mobili. Casa, rimborsi a chi riduce gli affitti

Solita corsa contro il tempo e consueto assalto per inserire misure ad hoc e qualche, inevitabile, mancia. In commissione Bilancio della Camera proseguono i lavori per esaminare e licenziare il testo della manovra che arriverà nell’aula di Montecitorio domani mattina e poi passerà al Senato per il via libera definitivo.

Nelle ultime ore è un susseguirsi di votazioni su proposte e riformulazioni di emendamenti al testo originario della legge di Bilancio. Tra le novità la norma che prevede che il ministro dell’Economia riferisca, in via preventiva al Parlamento, in caso si configuri una cessione o l’aggregazione della quota di Mps detenuta dal Tesoro. L’emendamento non interviene sulla dote di oltre 2 miliardi di euro in termini di benefici fiscali, per incentivare i potenziali acquirenti di Mps a farsi avanti. Non è passata la linea del M5S contraria agli aiuti in favore delle banche.

Nell’elenco di emendamenti dell’ultima ora figurano gli interventi sul fronte della sanità. A cominciare dall’eliminazione dell’Iva per i vaccini anti-Covid, i tamponi e i test. Luce verde anche per l’assunzione per nove mesi, a partire da gennaio, di 3 mila medici e 12 mila infermieri per somministrare i vaccini.

Un’ulteriore norma fissa un’indennità per il personale sanitario e socio sanitario, stanziando 400 milioni. L’Inps potrà inoltre assumere a tempo indeterminato, per il 2021-2022, 189 medici.

Sul versante casa e immobili la commissione ha dato il via libera alla proroga del superbonus al 110% per l’efficientamento energetico degli edifici e per la sicurezza anti-sismica. L’estensione è fino al 30 giungo 2022, ma nei sei mesi successivi si potranno comunque completare i lavori, allungando al dicembre 2022 la proroga. Il M5S insiste tuttavia per estendere l’incentivo a tutto il 2023. Dopo il bonus per installare rubinetti e sanitari, che garantiscono il risparmio di acqua, arriva il nuovo bonus mobili, che aumenta da 10 a 16 mila euro il tetto di spesa per l’acquisto di mobili e arredi che può essere detratto al 50%. Previsto anche il contributo ai proprietari che riducono l’affitto degli immobili nei centri ad alta tensione abitativa e che siano l’abitazione principale del locatario. Il contributo è riconosciuto fino al 50% della riduzione del canone, entro un limite annuo di 1.200 euro per singolo locatore.

Nella lista degli stanziamenti e dei fondi di modesto importo qualche misura assume il sapore di mancia, come i 3 milioni per festival, cori, bande e musica jazz e i 3,9 milioni per le celebrazioni degli 800 anni del primo presepe.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa