Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Robin tax, controlli del fisco su operazioni societarie sospette

Controlli del fisco sull’applicazione della Robin tax. L’Agenzia delle entrate interverrà, infatti, se le società hanno eluso la Robin Tax. A sottolinearlo il numero uno dell’Agenzia, Attilio Befera durante un convegno sulla tassa applicata al settore energia: «Sembrerebbe che qualche azienda abbia fatto qualche operazione societaria per ridurre impatto della Robin Tax.

Se è stato fatto solo ai fini dell’elusione, l’Agenzia delle entrate interverrà». Befera tira in ballo le disposizioni sull’abuso di diritto considerando rientrante in questa fattispecie le società che fanno operazioni come cessioni di rami d’azienda per attenuare l’impatto della tassa: «Siamo nel campo dell’abuso di diritto» spiega, infatti, Befera, «se le società hanno fatto operazioni societarie come cessione di rami di aziende e altre operazioni per evitare di pagare l’addizionale dell’Ires per ridurre il fatturato ed evitare la tassazione suppletiva con la Robin Tax». Inoltre sulla Robin tax pende il giudizio della corte costituzionale. Una pronuncia sulla sua compatibilità con la carta costituzionale è attesa per il 27 marzo. E Befera non ha mancato di ricordare il rischio che corre l’erario da una decisione dei giudici nella direzione dell’incostituzionalità. «Per le casse dello Stato ci saranno grossi problemi se la Robin Tax sarà dichiarata incostituzionale» dalla Consulta nella seduta del prossimo 27 marzo, lo stesso Befera però non ha nascosto qualche dubbio sul rischio di censura: «Sulla costituzionalità qualche dubbio ce l’ho ma non so con quante probabilità passi. La Robin tax è una norma provvisoria, nata per far fronte all’emergenza del momento, a giugno 2008» ma «in Italia tutte le cose provvisorie diventano definitive». Infine rispondendo a una domanda sulla circolare sul redditometro il direttore dell’Agenzia delle entrate ha dichiarato: «C’e’ tempo per far entrare in funzione il redditometro e la sua circolare applicativa». A chi poi gli chiedeva se si aspetta la scadenza elettorale ha risposto: «Le elezioni non c’entrano niente».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Primo giorno di lavoro in proprio per Francesco Canzonieri, che ha lasciato Mediobanca dopo cinque a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

 Un passo indietro per non sottoscrivere un accordo irricevibile dai sindacati. Sarebbe questo l’...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doveva essere una Waterloo e invece è stata una Caporetto. Dopo cinque anni di cause tra Mediaset e...

Oggi sulla stampa