Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Rito tributario con notifica doc

Anche nel processo tributario, al pari di quello civile, la notifica via Pec si perfeziona solo con la Rac (ricevuta di avvenuta consegna) e cioè con l’invio e l’accettazione della seconda missiva telematica. La Cassazione, con la sentenza 14874 del 27/5/2021, ha accolto il ricorso di un contribuente che aveva eccepito la validità del procedimento, per mancata notifica della fissazione dell’udienza. Una questione, quella della validità degli invii telematici, che desta molte preoccupazioni negli addetti ai lavori. Aggiungendo un altro importante tassello già enunciato in precedenza per il processo covile, gli Ermellini hanno chiarito che le comunicazioni e noti?cazioni a cura della cancelleria si effettuano, per via telematica, all’indirizzo di posta elettronica certificata (Pec) del destinatario e la trasmissione del documento informatico, equivalente alla notificazione a mezzo posta, si intende perfezionata, con riferimento alla data ed all’ora della sua ricezione, quando la stessa sia avvenuta in conformità alle disposizioni di cui al dpr n. 68 del 2005, il cui art. 6 stabilisce che il gestore della Pec utilizzata dal destinatario deve fornire al mittente, presso il suo indirizzo elettronico, la c.d. ricevuta di avvenuta consegna (Rac), che costituisce, quindi, il documento idoneo a dimostrare, ?no a prova del contrario, che il messaggio informatico è pervenuto nella casella di posta elettronica del destinatario. Anche nel processo tributario, pertanto, la comunicazione via Pec si deve intendere perfezionata con le medesime modalità. Nel caso sottoposto all’esame della Corte l’intero procedimento è stato invalidato in quanto non è risultata regolare la notifica via Pec della data di udienza che, nelle liti fiscali, adempie ad un’essenziale funzione di garanzia del diritto di difesa e del principio del contraddittorio, sicché l’omessa comunicazione alle parti, almeno 30 giorni prima, dell’avviso di fissazione dell’udienza di discussione, determina la nullità della decisione comunque pronunciata. Gli atti torneranno alla Ctr di Livorno che dovrà riconsiderare il caso alla luce dell’indirizzo fornito in sede di legittimità.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ita, la nuova compagnia aerea a controllo pubblico, si chiamerà Alitalia, come la vecchia. Lo stor...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Strada spianata per la fusione Sia-Nexi, che ora avverrà «nei più brevi tempi possibili», scriv...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Entra anche il reddito di cittadinanza nel decreto fiscale collegato alla manovra all’esame oggi ...

Oggi sulla stampa