Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Rimpatrio guidato

Dubbi sulla «voluntary disclosure» sciolti «la prossima settimana»: l’Agenzia delle entrate emetterà, infatti, una circolare per chiarire una serie di questioni poste «dagli operatori, fra cui i commercialisti, che abbiamo raggruppato e a cui daremo risposta».

E se il gettito della procedura per il rientro spontaneo dei patrimoni detenuti all’estero (possibile, in base alla legge 185/2014, fino al 30 settembre) «sta salendo», ha dichiarato il direttore Rossella Orlandi, nel frattempo oltre 10 milioni di contribuenti hanno scaricato il 730 precompilato. Dati resi noti ieri mattina, a margine della cerimonia di premiazione della selezione Noi per il merito, il concorso nazionale promosso dall’Amministrazione finanziaria per dare risalto ad azioni e progetti dei suoi funzionari che si sono distinti, nel 2014, per «la qualità, l’innovatività e l’efficacia» del proprio lavoro. Su 46 iniziative presentate, il riconoscimento (assegnato sulla base del giudizio di una commissione nazionale «ad hoc» nominata dal direttore e delle preferenze espresse online dai dipendenti, mediante la rete intranet) è andato a cinque finalisti: al primo posto il piano Nucleo investigazioni digitali, voluto dalla direzione del Veneto per contribuire al contrasto all’evasione e all’individuazione delle frodi in tempo reale, a seguire il T-Cer della Lombardia, ossia un software che ha raggiunto gli obiettivi di semplificare, automatizzare e ridurre drasticamente i tempi di lavorazione dei certificati di carichi pendenti, di regolarità fiscale, di residenza fiscale; in terza posizione l’applicazione Gira (Sicilia), acronimo di Gestione iscrizioni a ruolo di atti giudiziari, ideata per assicurare, in ambiente web, l’esecuzione delle iscrizioni a ruolo degli atti giudiziari per i quali è stato emesso un avviso di liquidazione non pagato nei termini, poi il Centro di contatto (Lombardia) per fornire la migliore assistenza possibile via posta elettronica, gestendo «in soli tre mesi oltre 9 mila segnalazioni» e infine l’account twitter @Agenzia_Entrate per veicolare in maniera semplice, con le caratteristiche dei social network, comunicazioni fiscali ad «ormai oltre 15.000 followers».

Un fisco «amico» sia per Luigi Casero, viceministro dell’economia, sia per Marianna Madia, ministro della pubblica amministrazione, convinta che compito del governo sia fare in modo che «pagare le tasse sia semplice», nonché dare ai cittadini «trasparenza» sull’allocazione delle risorse che finanziano i servizi essenziali alla collettività. Intanto, Orlandi a proposito della «voluntary disclosure», ha sì detto che il numero di richieste è in aumento, ma ha aggiunto che «ci si aspettava la norma sul raddoppio dei termini» di accertamento. Quanto al 730 precompilato, al 5 giugno sono state «visualizzate» sul sito dell’Agenzia 1.588.315 dichiarazioni dei redditi, 219.698 risultano «salvate e non inviate», mentre 610.043 è il totale di quelle «accettate, o modificate inviate». Nel complesso, sono 8.410.434 le dichiarazioni rese disponibili ai Caf e ai professionisti.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Maximo Ibarra ha rassegnato le sue dimissioni da Sky Italia per diventare amministratore delegato e ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non cede all’ottimismo il ministro dell’Economia Daniele Franco che punta l’indice sui due pun...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

In punta di diritto: la contrarietà a un giudicato nazionale, nel contesto del giudizio di ottemper...

Oggi sulla stampa