Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Rimborsi con regole «standard»

Con il provvedimento n. 2013/84404 di mercoledì scorso l’agenzia delle Entrate ha dato ufficialmente il via al riordino della modulistica per i soggetti non residenti che richiedono l’applicazione delle convenzioni contro le doppie imposizioni o delle direttive “madre-figlia” (90/435/Cee) e “interessi e royalties” (2003/49/Ce), oltre ad approvare il certificato che i soggetti residenti possono presentare alle autorità fiscali estere per ottenere il rimborso o l’esonero dalle imposte. Si tratta di un intervento ad “ampio raggio”.
I modelli sono resi disponibili gratuitamente dall’agenzia delle Entrate in formato elettronico e possono essere prelevati dal sito internet www.agenziaentrate.gov.it anche in lingua inglese e francese.
Il provvedimento dell’agenzia delle Entrate si è occupato di rinnovare sia la modulistica per i soggetti non residenti, sia quella per i soggetti residenti in Italia.
Nel primo caso, sono stati approvati i modelli A, B, C e D, per l’applicazione delle aliquote “convenzionali” previste dai Trattati contro le doppie imposizioni, rispettivamente per dividendi, interessi, royalties e altri tipologie di redditi. Nel caso dei soggetti non residenti sono stati anche approvati i modelli E ed F, rispettivamente per l’applicazione della direttiva “madre-figlia” e “interessi e royalties”.
È stato pure previsto un “frontespizio”, comune a tutti i modelli approvati, contenente i dati identificativi del beneficiario effettivo, del legale rappresentante, degli eventuali altri cointestatari del reddito e del procuratore delegato alla presentazione dell’istanza (se presente).
In ipotesi di “applicazione diretta” del Trattato, le istruzioni dell’agenzia delle Entrate precisano che i modelli A, B, C e D, completi dell’attestazione di residenza fiscale dell’autorità dello Stato estero in cui il beneficiario dei redditi è residente, vanno presentati al sostituto d’imposta italiano che, sotto la propria responsabilità, ha facoltà di applicare il regime “convenzionale” previsto per le singole tipologie reddituali. In questo caso, il sostituto d’imposta deve tenere a disposizione dell’agenzia delle Entrate i modelli presentati, con la documentazione allegata, fino a quando non siano decorsi i termini per l’accertamento del periodo d’imposta in corso alla data del pagamento del reddito e, comunque, fino a quando non siano definiti gli accertamenti stessi. Viene, peraltro, precisato che l’attestazione dell’autorità fiscale estera ha validità, di regola, a decorrere dalla data di rilascio e fino al termine del periodo d’imposta indicato nel modello.
Qualora, viceversa, il soggetto non residente chieda il rimborso della ritenuta prelevata in eccesso, i modelli vanno presentati al centro operativo di Pescara, entro 48 mesi dalla data del prelevamento dell’imposta, secondo quanto previsto dall’articolo 38 del Dpr n. 602/1973. A questi fini, viene precisato che al modello dovrà essere allegata la documentazione comprovante il diritto al rimborso (a titolo esemplificativo: la documentazione riguardante i requisiti relativi alla partecipazione posseduta, copia delle certificazioni relative ai proventi erogati in Italia, documentazione originale o copia autentica comprovante l’effettiva corresponsione dei dividendi o degli interessi al beneficiario). Nelle ipotesi in cui il rimborso si riferisce a ritenute operate in anni diversi, l’attestazione dell’autorità fiscale estera potrà coprire pure diverse annualità.
Analoga procedura è stata prevista per i modelli E ed F, nel caso di “applicazione diretta” o “a rimborso” della direttiva “madre-figlia” e della direttiva “interessi e royalties”.
Come detto il provvedimento dell’agenzia delle Entrate ha anche approvato il modello per il rilascio dell’attestato di residenza fiscale in Italia, che i contribuenti residenti potranno presentare allo Stato estero per l’applicazione delle convenzioni contro le doppie imposizioni. Tale attestato può essere richiesto a qualsiasi direzione provinciale dell’agenzia delle Entrate.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’assemblea della Popolare di Sondrio, convocata l’11 maggio, avrà per la prima volta in 150 an...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo mesi di battaglia legale e mediatica, Veolia e Suez annunciano di aver raggiunto un accordo per...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La sfida all’ultimo chip tra Stati Uniti e Cina sta creando un «nuovo ordine mondiale dei semicon...

Oggi sulla stampa