Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Ricorsi rapidi sulle esecuzioni

di Francesco Falcone e Antonio Iorio

La sospensione feriale dei termini non si applica nelle opposizioni all'esecuzione o agli atti esecutivi anche se il relativo ricorso è in Cassazione. Il ricorrente, quindi, se non inserisce nel calcolo dei termini il periodo dal 1° agosto al 15 settembre rischia l'inammissibilità del ricorso perché tardivo. A stabilirlo è la terza sezione civile della Cassazione con la sentenza 7854 depositata il 6 aprile 2011.

Un contribuente aveva fatto ricorso in Cassazione contro una sentenza con la quale il Tribunale di Roma dichiarava inammissibile l'opposizione agli atti esecutivi e rigettava l'opposizione all'esecuzione. Tale sentenza era stata notificata in data 13/7/2009, e veniva impugnata nei successivi 60 giorni calcolando però anche la sospensione feriale. La Corte ha dichiarato inammissibile il ricorso in quanto tardivo. Per l'articolo 3 della legge 742/69 talune cause (tra le quali l'opposizione all'esecuzione o agli atti esecutivi) non sono sottoposte a sospensione tra Il 1°agosto e il 15 settembre. I giudici di legittimità, dopo aver ricordato questo principio, hanno evidenziato che la norma deve riferirsi all'intero procedimento, e quindi anche ai ricorsi per cassazione.

Quanto affermato dalla Cassazione è particolarmente importante anche per il processo tributario e soprattutto per le modifiche che interverranno con l'esecutività dell'accertamento dal primo luglio. Ed infatti, attualmente, se con il ricorso si presenta istanza di sospensiva, sarà necessario computare anche il periodo estivo, perché l'articolo 3 della legge 742/69 esclude dalla sospensione i procedimenti indicati nell'articolo 92 dell'ordinamento giudiziario, tra i quali quelli cautelari. Analogamente se si presenta la sola istanza di sospensiva avverso una cartella occorrerà sempre calcolare detto periodo per la decorrenza dei termini

Dal 1° luglio 2011, diventando gli accertamenti esecutivi non ci sarà più la cartella, per cui contribuenti e giudici dovranno prestare particolare attenzione al calcolo dei termini, in quanto se il ricorso contiene la richiesta di sospensiva non si potrà beneficiare del maggior arco temporale conseguente al periodo estivo.
 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Fumata quasi bianca. Positiva però non ancora abbastanza da far considerare chiusa la partita. Ieri...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La parola che il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, non voleva più nemmeno ascoltare, "lockd...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Nell’ultimo giorno utile per lo scambio dei diritti relativi all’aumento di capitale, il titolo ...

Oggi sulla stampa