Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Riciclaggio, questione settentrionale

Lombardia, Toscana, Emilia Romagna tra le regioni a più alto rischio riciclaggio. È quanto emerso dallo studio «L’uso di contante e il riciclaggio: un’analisi del caso italiano su dati disaggregati» di Michele Giammatteo pubblicato dall’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia il 31 luglio 2019. Nel lavoro vengono identificate le movimentazioni di contante non coerenti con il tessuto economico e, quindi, potenzialmente riconducibili ad attività illecite. Come spiega lo studio, nonostante il settore degli strumenti di pagamento è stato interessato da cambiamenti radicali in epoca recente, il contante rimane uno dei più importanti mezzi di regolazione delle transazioni nell’economia illegale. I risultati hanno mostrato come l’utilizzo di contante diminuisce all’aumentare del reddito pro-capite, del numero pro-capite di sportelli bancari e del numero di operazioni totali per sportello. In altri termini, l’utilizzo relativo di contante è inversamente proporzionale con il grado di sviluppo economico locale e con il grado di finanziarizzazione. Inoltre, sempre in linea con le attese, l’utilizzo del contante risulta correlato positivamente con l’indicatore di economia sommersa. La principale fonte di dati impiegata è costituita dalle Segnalazioni Antiriciclaggio Aggregate (Sara) della Uif, utilizzata per ricavare i dati sui versamenti in contante e diversi dal contante (assegni e bonifici), sul numero di operazioni per sportello e sul numero di sportelli per comune. I dati Sara riguardano tutte le operazioni di pagamento pari o superiori a 15 mila euro (anche frazionate) effettuate in Italia da un intermediario per la propria clientela. L’analisi è riferita all’anno 2015 e riguarda un campione di 45.485 osservazioni. Secondo i dati più recenti del 2017, la Uif ha ricevuto 102 milioni di segnalazioni Sara corrispondenti a 329 milioni di singole operazioni, per un valore complessivo di 29 mila miliardi di euro. La distribuzione geografica del rischio risulta coerente con la presenza delle principali organizzazioni mafiose e correlata sia con misure del riciclaggio.

Matteo Rizzi

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Nel settore degli affitti brevi ha conosciuto un successo travolgente l’utilizzo delle piattaforme...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Tassi a zero, caccia ai dividendi. Dopo le mosse della Bce e della Fed è chiaro a tutti che i tassi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Che cosa faccio se mi trovo per le mani mille o 50 mila euro nell’era dei rendimenti sottozero? Di...

Oggi sulla stampa