Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Riciclaggio, confisca complicata

Non è sottoponibile a confisca il patrimonio dell’indagato per riciclaggio anche se ha la delega a operare sul conto bancario della società finita nel mirino degli inquirenti. Lo ha sancito la Cassazione che, con la sentenza n. 29692 dell’8 luglio 2019, ha accolto il ricorso di un 71enne di Bergamo. La vicenda riguarda un manager al quale erano stati sequestrati beni per un importo pari a 67 mila euro in relazione al reato di riciclaggio commesso dai vertici aziendali. Le autorità avevano giustificato la misura sostenendo che l’uomo aveva la delega a operare sul conto bancario. Ma per la Cassazione la circostanza non è affatto sufficiente: tale delega è di fatto un mandato e come tale è soggetto alle limitazioni imposte dal titolare del conto. La seconda sezione penale ha motivato la sua decisione precisando, fra l’altro, per disponibilità deve intendersi la relazione effettuale del condannato con il bene, connotata dall’esercizio del dei poteri di fatto corrispondenti al diritto di proprietà. La disponibilità coincide, pertanto, con la signoria di fatto sulla res indipendentemente dal fatto sulla res indipendentemente dalle categorie delineate dal diritto privato, riguardo al quale il richiamo più appropriato sembra essere quello riferito al possesso nelle definizioni che ne dà l’articolo 1140 c.c. Non è necessario, quindi, che i beni siano nella titolarità del soggetto indagato o condannato, essendo necessario e sufficiente che egli abbia un potere di fatto sui beni medesimi e quindi la disponibilità degli stessi. Di diverso avviso la Procura generale del Palazzaccio che ha invece chiesto al Collegio di dichiarare inammissibile il ricorso e di confermare, così, il sequestro.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa