Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Renzi: “Entro il 2018 Equitalia sarà abolita” Irpef giù al ceto medio

«Quando me ne vado? Quando perdo, io non sono come gli altri». Scalda i muscoli su Twitter il premier, prima della diretta live su Facebook. Fascia oraria di quelle che piacciono (o piacevano) ai talk show e ai salotti tv, per #MatteoRisponde, il contatto diretto via social del premier con i cittadini. Sperando di conquistare followers e subito ci sono 7400 spettatori che crescono via via in più di un’ora di botta e risposte.
Subito la stoccata sulle riforme e sull’accusa che gli viene mossa di avere personalizzato il risultato del referendum costituzionale di ottobre: «Non è personalizzare, è essere seri…non sono come quei politici che non perdono mai. Io me li vedo già quelli del No il giorno dopo, negare e restare aggrappati alla poltrona». E sabato a Bergamo, nella città dove il sindaco Gori ha creato il primo comitato pro riforme, darà il via alla campagna del Si. Partirà anche il sito “Bastaunsì”. Una cosa però dispiace al premier: la posizione dell’Anpi. «Eppure – assicura molti partigiani mi dicono “Matteo vai avanti”, stanno con me».
I PARTIGIANI
Una marea di domande a 360 gradi. Su Equitalia. Renzi fa sapere: «Equitalia al 2018 non ci arriva mica», perché tutti i servizi stanno per essere riorganizzati, saranno più al servizio dei cittadini. Così come il fisco sarà amico dei ceti medi, con un taglio dell’Irpef nella legge di stabilità del 2017.
Ma no a ironie pesanti e insulti. Uno spettatore parla di «leggi fascistissime» a proposito delle riforme istituzionali: «Non si fa ironia su questo, chi lo dice si vergogni». Riforme che Renzi difende a spada tratta, Italicum incluso: «Testeremo l’Itali-cum nelle politiche del 2018». Il problema che viene più affrontato sono le tasse. Anche il bollo auto. «L’abolizione? Ne stiamo discutendo».
LA NONNA DEL PREMIER
Inizio con il tweet di un fan: “Ammazza Matteo che aria sfatta che hai…”. Tanto lavoro, replica lui, in maniche di camicia. Subito si toglie il sasso dalla scarpa, quelle che definisce le «clamorose balle sull’occupazione, ne abbiamo letto di tutti i colori ». Poco prima ha attaccato «le buonuscite milionari di dirigenti di banche fallite: è squallido ». Domande di tutti i tipi, inclusa la richiesta di mandare gli auguri a una nonna ottantenne: «Sì, ma fatti mandare dalla nonna a fare gli auguri, non mi riuscirà come Gianni Morandi, la mia di nonna di anni ne ha di più…».E ancora con gli annunci. «Il prossimo G7 a Taormina? Lo confermeremo la settimana prossima in Giappone». Precisazioni sui vitalizi: «Io non ce l’ho».
SFIDA AI 5STELLE
«Di Maio Di Battista, Sibilia e Cataldo «perché non rinunciano alla loro immunità, dopo avere detto falsità sul Pd?».
Sommersi di domande su Twitter: fa sapere MatteoRisponde, il premier multitasking. Che ci tiene a precisare di non entrarci nulla con la chiusura del programma Virus: «Non mi occupo delle scelte Rai. Lei è abituato a quelli di prima ». Quindi i saluti: «Ci vediamo, forse non la settimana prossima… e un «abbraccio speciale a Pannella in ospedale».

Giovanna Casadio

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa