Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Rendimenti in calo per i private equity

Performance in flessione nel 2016 per i fondi di private equity. Lo scorso anno l’Irr lordo aggregato si è attestato al 14,5%, in calo rispetto all’anno precedente quando era stato pari al 17,8%. Il dato, calcolato da Kpmg Corporate Finance, è il livello più basso degli ultimi quattro anni, ma più che doppio rispetto al 2012.
I dati, presi in considerazione nell’elaborazione, tengono conto sia dell’attività dei fondi domestici sia di quelli internazionali. Nella segmentazione per tipologie di operazioni, si evidenzia come gli expansion abbiano fatto registrare una buona tenuta, con un incremento rispetto all’anno precedente con un irr del 14,3% contro il 10,3% del 2015. Il rendimento dei buyout, che tradizionalmente catalizzano operazioni di dimensioni più elevate, spesso anche di soggetti internazionali, si è mantenuto su due cifre sebbene sia risultato in flessione dal 18,0% al 14,2%. Infine gli early stage, storicamente contraddistinti da elevata variabilità e da un numero ridotto di operazioni incluse nel campione, hanno mostrato segnali positivi con un rendimento del 4,1%. «La situazione economica in via di miglioramento fa ben sperare per la tenuta del sistema imprenditoriale italiano; questo, unito ai buoni rendimenti che si osservano nel comparto del private equity e venture capital, fa sì che si possa auspicare un ulteriore consolidamento dell’attrazione di capitali internazionali nel nostro Paese, contribuendo alla crescita dell’economia reale» commenta Innocenzo Cipolletta presidente di Aifi.
Riguardo alla metodologia dell’elaborazione, Kpmg Corporate Finance precisa che «l’irr lordo aggregato From “Inception” tiene conto di tutte le operazioni di disinvestimento effettivamente concluse nell’anno di riferimento, indipendentemente dall’anno di investimento». Per Max Fiani, Partner KPMG e curatore della ricerca «i rendimenti positivi, in linea con quelli degli ultimi 3 anni, confermano la capacità dei Private Equity di estrarre valore soprattutto dagli investimenti nelle piccole e medie imprese. Ci sembra interessante evidenziare anche la redditività del Venture Capital che torna positiva dopo anni negativi». I dati saranno presentati e commentati oggi in occasione dell’assemblea generale annuale dei soci dell’Aifi, l’associazione che raccoglie gli operatori del private equity e del venture capital in Italia.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Al bivio tra un’iniezione di "italianità", che potrebbe coincidere con l’acquisizione di Mps o...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Cronaca di un addio a lungo annunciato, ma non per questo meno traumatico (-4,96% il titolo in Borsa...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Estrema cautela». È questo allo stato dell’arte l’approccio di Cdp e dei fondi, Blackstone e...

Oggi sulla stampa