Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Rendiconti dei costi, dopo tre anni passi avanti su chiarezza e sintesi

Sintesi e chiarezza. Sembrano finalmente indirizzarsi su questi binari i rendiconti dei costi ex post che i distributori di prodotti finanziari (banche e reti di consulenti) devono inviare entro oggi ai propri clienti. Termine quest’ultimo non perentorio, ma che la Consob ha invitato a rispettare facendo leva sulla più classica delle moral suasion.

Che i documenti sui costi siano diventati più comprensibili, emerge da un’inchiesta di Plus24, il settimanale di risparmio e investimenti del Sole24Ore in edicola domani. Il tradizionale monitoraggio, giunto al terzo anno, è stato esteso a 19 gruppi bancari e network di consulenza tra i più importanti in Italia.

I rendiconti inviati ed esaminati mostrano dunque una convergenza sulle richiesta di Consob di informazioni «corrette, chiare e non fuorvianti»: per giungere a tale risultato è stata però necessaria una raccomandazione dell’authority del 7 maggio 2020, che indicava nel dettaglio la struttura del rendiconto. Nelle prime tornate di invii infatti i clienti si erano visti recapitare nelle caselle postali elettroniche una marea di dati, che annegavano le informazioni su costi e oneri relativi agli investimenti.

Nonostante la moral suasion dell’authority, in alcuni casi ci sono ancora tante pagine di informazioni, talvolta ridondanti. In tutti i documenti analizzati lo specchietto dei costi si trova comunque al massimo nella quarta pagina del rendiconto. Quest’anno, tra l’altro, per la prima volta i distributori di prodotti finanziari hanno dovuto indicare anche i costi delle polizze assicurative da investimento, come prevede il regolamento intermediari Consob modificato ed entrato in vigore a fine marzo.

Da segnalare infine che ci sono banche e reti che non hanno fornito alcuna risposta, né sul rendiconto dei costi ex post, né sull’invio ai clienti.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa