Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Rcs Libri alla Mondadori, sì condizionato dell’Antitrust  

È arrivato il via libera dell’Antitrust alla vendita di Rcs Libri a Mondadori, condizionato all’obbligo di cessione della casa editrice Bompiani e della partecipazione in Marsilio ad «acquirenti preventivamente approvati dall’authority». Il provvedimento di 105 pagine identifica dieci «misure correttive»: oltre alle dismissioni sono previsti nove rimedi «comportamentali» volti a stimolare la concorrenza nell’attività editoriale e nella distribuzione di libri, in linea con quanto concordato con la casa acquirente.

A questo punto si potrà procedere al closing dell’operazione, previsto per aprile, al prezzo concordato di 127,5 milioni e secondo l’intesa che pone a carico esclusivo di Mondadori le conseguenze dell’esame Antitrust.

L’autorità presieduta da Giovanni Pitruzzella parte dal fatto che le «evidenze istruttorie» «fanno ritenere che Mondadori e Rcs Libri siano i principali sostituti reciproci» e che «la concentrazione porterà alla costituzione o al rafforzamento di una posizione dominante nei mercati dell’acquisizione dei diritti d’autore e in quelli dell’editoria di libri di narrativa e saggistica, di libri per ragazzi e di e-book».

In relazione alla misura «strutturale», costituita dalle due cessioni, si stabilisce che «Mondadori dovrà nominare preventivamente sia per Marsilio sia per Bompiani un “fiduciario incaricato del controllo”. E nel caso in cui non riesca a concludere un accordo vincolante di vendita in sei mesi per Marsilio e in nove per Bompiani, «procederà a dare» per tre mesi «un mandato di vendita irrevocabile ed esclusivo a un fiduciario incaricato della cessione».

Per quanto riguarda le «misure comportamentali» , la prima e di maggior rilievo riguarda la «rinuncia alle clausole di opzione, preferenza e prelazione nei contratti con gli autori, sottoscritte o da sottoscrivere da Mondadori e Rcs Libri, relative a opere di narrativa e saggistica italiane e straniere (con l’esclusione di Marsilio, Sonzogno e Bompiani). In sostanza nei contratti con gli scrittori ci dovrà essere la clausola che l’autore «sarà libero di pubblicare le opere successive con un altro editore». Le altre misure sono rivolte ad attenuare le conseguenze del maggior peso sul mercato di «Mondadori più Rcs Libri». Si va dalla messa a disposizione del catalogo di e-book alle piattaforme di vendita che ne faranno richiesta, alla visibilità di editori terzi nella rete vendita Mondadori; dal «non peggioramento» delle condizioni contrattuali applicate alle librerie indipendenti, alla donazione di volumi a scuole, biblioteche, ospedali e carceri minorili; dal finanziamento di 225 mila euro per la Fiera “Più libri più liberi” nelle prossime tre edizioni allo sviluppo del progetto “in libreria per la classe”.

Sergio Bocconi

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Siamo certamente partiti con il piede giusto». Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellan...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«L’intervento del Pnrr si colloca nel solco degli sfidanti obiettivi definiti in sede europea e n...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Squadre di lavoro ad hoc per asili e i nuovi “ospedali di comunità”. Si avvia la fase operativa...

Oggi sulla stampa