Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Il ravvedimento ora è fai-da-te

Ravvedimento fai-da-te per le lettere di compliance. Da ieri, i contribuenti che si vedranno recapitate 90 mila lettere di irregolarità da parte dell’Agenzia delle entrate potranno regolarizzare gli importi e le omissioni calcolando da soli, tramite un software, le pendenze con l’istituto del ravvedimento operoso. La novità nella gestione della compliance tra contribuenti e fisco è stata annunciata ieri dall’Agenzia delle entrate con una nota.

Nella comunicazione l’Agenzia, guidata da Rossella Orlandi, specifica che sono partite 90 mila nuove lettere con le informazioni per rimediare agli errori commessi nelle dichiarazioni dei redditi 2012. Per «aiutarli a fruire delle sanzioni ridotte del ravvedimento operoso nell’ipotesi in cui abbiano ricevuto una comunicazione di promozione della compliance per l’anno di imposta 2012» arriva anche il calcolatore online gratuito. «Grazie a questo strumento è già possibile», spiegano dall’Agenzia, «calcolare con poche semplici operazioni le sanzioni e gli interessi derivanti dal ravvedimento per Irpef, addizionali e contributo di solidarietà».

Le lettere di compliance sono il principale strumento del «cambia verso», la strategia dell’Agenzia delle entrate che mira a spingere verso l’adesione precontenzioso i contribuenti (senza far spiccare gli accertamenti) sulla base di incongruenze che riscontra dall’incrocio delle dichiarazioni con i propri archivi.

Il pacchetto di 90 mila lettere in arrivo riguarda redditi di lavoro dipendente, assegni periodici corrisposti dall’ex coniuge, redditi di partecipazione in società di persone, redditi di capitale relativi a utili corrisposti da società di capitale o enti commerciali, redditi di lavoro autonomo non derivanti da attività professionale e alcune tipologie di redditi diversi, redditi di impresa derivanti da plusvalenze o sopravvenienze attive. Le fonti di informazioni sono i modelli Unico, 770, 730 e l’opzione per la rateizzazione espressa dal contribuente nel modello Unico persone fisiche.

Le lettere arriveranno con posta ordinaria. Il dettaglio di tutti gli elementi di anomalia riscontrati sarà invece disponibile nel cassetto fiscale nella sezione «l’Agenzia scrive» dedicata alle comunicazioni pro compliance.

Il ravvedimento operoso, nella modalità anche fai-da-te, è la strada per il contribuente che riconosce senza batter ciglio il rilievo del fisco. Per effettuare il pagamento occorre indicare nel modello F24 il codice che troverà nella parte sinistra della comunicazione.

In alternativa è possibile contattare uno degli uffici territoriali della direzione provinciale dell’Agenzia delle entrate o utilizzare Civis.

L’agenzia ricorda che per le tipologie di anomalia indicate nelle lettere è possibile fruire della sanzione ridotta pari al 15% della maggiore imposta determinata.

Cristina Bartelli

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

TORINO — La produzione della 500 elettrica ferma i contratti di solidarietà nel polo torinese, tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non deve essere imputata la società unipersonale. Non sulla base del decreto 231. In questo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora al palo la corsa agli aumenti di capitale agevolati dall’articolo 26 del Dl 34/2020...

Oggi sulla stampa