Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

I rapporti tra piattaforme online e banche

Proprio il rapporto tra le piattaforme di P2P lending e le banche è al centro di un dibattito che coinvolge il settore. In Italia infatti non esistono ancora forme di collaborazione tra piattaforme di P2P lending e banche. Ma si tratta di una caso molto raro. Secondo un’inchiesta della società di consulenza Manatt, il 72% dei ceo delle banche regionali o locali degli Usa ha pianificato una partnership con il Fintech nel corso nei prossimi 12-18 mesi. In Europa tra il 2014 e il 2015, banche pioniere come la spagnola Santander e la Royal Bank of Scotland si sono alleate con Funding Circle (piattaforma P2P lending inglese) per offrire un canale alternativo di finanziamento all’economia reale e i casi continuano a moltiplicarsi.

Le banche europee hanno iniziato a interagire con i marketplace lending anche con il ruolo di investitori: il caso più eclatante è quello di Deutsche bank che ha finanziato Zopa (altra piattaforma inglese, fondata a Londra nel 2005) attraverso l’emissione di un bond da 150 milioni di sterline, con sottostante i prestiti al consumo del fondo P2P Global Investments (P2PGI). In Italia, il settore continua a essere ancora molto immaturo e l’accesso agli investitori istituzionali non è scontato. «Un peccato perché, soprattutto alleandosi con le banche di credito cooperativo e con le Popolari radicate sui territori, il P2P lending potrebbe offrire alle microimprese che spesso le banche non possono finanziare, un’opportunità in più. E infine contribuire alla crescita del pil e dell’occupazione», ha commentato Antonio Lafiosca, chief operating officer di Borsadelcredito.it.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Quota 100 non è solo la misura pensionistica del governo Conte 1. È anche il numero di miliardi ch...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dieci giorni per tener fede agli accordi del 14 luglio. Se entro il 10 ottobre non si chiuderà la p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La Bce potrebbe far cadere il suo tabù più grande: consentire all’inflazione di salire temporane...

Oggi sulla stampa