Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Quota zero , cosa fare con i micro tassi

Negli investimenti sicurezza e alto rendimento sono due poli che si respingono. Premesso questo, vale la pena riflettere su come orientarsi in uno scenario — quello dei prossimi mesi — popolato da incertezza, micro tassi di interesse e volatilità. 
Resta una buona abitudine diversificare, tenendo conto della propria propensione al rischio e delle esigenze familiari. Insomma, è necessario pianificare. «Ci aspetta un periodo di incertezza legata all’area euro, nonostante il vicepresidente della Commissione Ue, Jyrki Katainen, abbia ribadito che la partecipazione dei paesi all’euro è irrevocabile», spiega Angelo Drusiani, collaboratore di Banca Albertini Syz. Che aggiunge: «Se non si ha una propensione elevata al rischio, si deve pensare a una fase temporanea per gli investimenti della durata di 12-18 mesi, in attesa anche delle decisioni della Bce e degli effetti».
Il Btp decennale ieri rende-va l’1,86%, i titoli francesi lo 0,772%, mentre quelli tedeschi sono scesi allo 0,484%. È calata ai minimi dal 1996 la media dei tassi sul debito pubblico nazionale, in generale e nel mondo, scivolando all’1,28%. «Tenuto conto che l’inflazione è allo 0,2%, i titoli decennali italiani rappresentano ancora un rendimento interessante. Se si guarda a titoli rifugio come il Bund, o anche ai titoli francesi o finlandesi, si deve valutare un investimento a breve in attesa di nuove emissioni a fine 2015 e inizio 2016: il patrimonio non si svaluta perché l’inflazione praticamente non c’è». Chi ha una maggiore propensione al rischio può valutare i titoli di Stato americani: «È probabile che il dollaro possa rivalutarsi con la ripresa degli Usa». Oppure i titoli in dollari australiani o neozelandesi, che «rendono un 3% e hanno durata di 8 anni, ma c’è il rischio cambio».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La Francia continua a essere apripista per il riconoscimento economico dei contenuti di informazione...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Si avvicina il giorno in cui Monte dei Paschi dovrà dire alla vigilanza di Francoforte e al mercato...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Sul Recovery Plan non esiste un caso Italia, ma un’interlocuzione molto positiva con la Commissi...

Oggi sulla stampa