Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Quaestio gestirà 26,1 mld di Npl. Accordo con Cerved

Quaestio sgr, per conto del Fondo Atlante 2, ha firmato un accordo vincolante con l’istituto senese che definisce le fasi e le condizioni per l’investimento nella cartolarizzazione del portafoglio di crediti lordi in sofferenza pari a circa 26,1 miliardi di euro. Il fondo rileverà il 95% delle tranche junior e mezzanine emesse da un veicolo di cartolarizzazione che acquisirà il portafoglio di sofferenze. La tranche senior verrà trattenuta da Mps e venduta in seguito all’ottenimento del rating e delle Gacs.

L’operazione di cartolarizzazione delle sofferenze del Montepaschi, una delle più grandi realizzate in Europa, è un elemento determinante del piano di rilancio. L’intervento permette l’accesso alla ricapitalizzazione precauzionale. Il prezzo medio è pari al 21% del Gross Book Value. È previsto che oltre il rendimento del 12% per il fondo, il guadagno aggiuntivo venga retrocesso per il 50% a Mps.

Quaestio si riserva il diritto di coinvolgere altri investitori. Inoltre coordinerà e controllerà l’intera operazione, sia per quanto riguarda la struttura della cartolarizzazione, sia per la gestione dei piani di recupero dei crediti. Questo, ha osservato la società, al fine di tutelare gli interessi degli investitori nel fondo e perseguire «l’obiettivo di contribuire a creare un mercato degli Npl in Italia efficiente e aperto alla concorrenza».

«Con questo accordo Quaestio contribuisce a risolvere il principale problema del settore bancario italiano», ha commentato Paolo Petrignani, a.d. di Quaestio Capital Management e responsabile di Atlante 2. «Il varo della cartolarizzazione ha permesso di ricevere il via libera al piano di Banca Mps da parte di tutte le autorità competenti. La cessione dei crediti deteriorati è da sempre stata considerata un passaggio indispensabile per il successo dell’operazione».

Inoltre Quaestio Holding ha firmato un’esclusiva con Cerved per la negoziazione di un accordo che prevede una partnership industriale per le attività di special servicing. Nell’intesa è prevista anche l’acquisizione congiunta della piattaforma di servicing (Juliet) di Mps, in merito alla quale Quaestio ha ottenuto il diritto di trattare l’acquisto in esclusiva con la banca senese in qualità di investitore principale nella cartolarizzazione. L’obiettivo è creare un soggetto che possa aiutare le banche, che vorranno vendere o dare in outsourcing gli Npl, a muoversi nella direzione di una gestione industriale dei crediti deteriorati.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cdp ha appena celebrato il più grande matrimonio del 2020, quello che ha portato alle nozze Sia (4,...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Era nell’aria, adesso c’è la conferma ufficiale: l’Opa del Crédit Agricole Italia è «inatt...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Iccrea esce dal capitale di Satispay ma non abbandona il fintech. L'operazione, anzi, ha l'obiettivo...

Oggi sulla stampa