Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Il programma fiscale di Macron: inasprire la tassa per i ricchi

In Francia inasprimento della tassazione per i ricchi. «Credo ci sia un limite all’accumulo di ricchezza. Se ci sono persone che vogliono andare all’estero, addio». Queste le parole del neo-eletto presidente francese Emmanuel Macron che vorrebbe ritoccare al rialzo la tassa sulla ricchezza per tutti quei redditi che superano i 400 mila euro. Nel suo programma di riforma fiscale sono inoltre previste agevolazioni fiscali pari a 40 miliardi di euro per tutte le imprese, con lo scopo di rilanciare l’economia francese e la riduzione della corporate tax (tassa sul reddito dell’impresa) dall’attuale 35% ad un 25%, per rendere la Francia più attraente agli occhi degli investitori esteri.

Il voler inasprire le tasse ai ricchi francesi era già stato in precedenza un cavallo di battaglia di François Holland, che nel 2012 aveva proposto un innalzamento dell’aliquota dal 45% al 75% sui redditi dei ricchi francesi; proposta che poi fu bocciata dalla Corte. Il vantaggio di Macron, secondo indiscrezioni della stampa internazionale, risiederebbe nella sua attuale popolarità. Arma che se sfruttata potrebbe portare il neo-eletto presidente a riuscire in ciò che Holland non riuscì a fare.

Indiscrezioni che trovano fondamento nel fermento dell’establishment, che teme un terzo esodo di massa dei ricchi francesi. Nel 2015, secondo il report del New world economy, sono stati circa 10 mila i milionari francesi che hanno lasciato la Francia e nel 2016 altri 12 mila hanno fatto compagnia ai precedenti ricchi espatriati (nomi noti come Gerard Depardieu e il ceo di Lvmh Bernard Arnauh).

Giorgia Pacione Di Bello

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Le previsioni della Commissione europea sull’economia dell’Unione e dell’Italia rappresentano ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Con un coordinamento esemplare, le due maggiori economie mondiali hanno rilasciato una "doppietta" d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il 2021 offre un parziale esonero contributivo, pari a un massimo 3mila euro, a lavoratori autonomi ...

Oggi sulla stampa