Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Processo al Tar, palla alle parti

Sospensione delle udienze neutralizzabile dalle parti. Su congiunta richiesta possono andare a decisione anche i ricorsi, chiamati a udienza nel periodo 8 marzo-15 aprile 2020, destinati a essere rinviati. Il Consiglio di stato con direttiva del presidente, prot. 1454 del 19/3/2020, illustra le linee interpretative dell’art. 84 del dl 18/2020.

Sospensione termini. La sospensione di tutti i termini processuali, anche se intermedi o a ritroso, opera dall’8 marzo 2020 fino al 15 aprile 2020, inclusi nella sospensione

Udienze. Le cause fissate dall’8 marzo al 15 aprile 2020 sono rinviate d’ufficio a dopo il 15 aprile 2020 e la segreteria comunicherà alle parti la nuova data di udienza. Non è previsto nel dl, ma Palazzo Spada consente di fissare nel periodo da 6 aprile a 15 aprile un’ulteriore udienza per trattare i ricorsi per cui era fissata udienza nel periodo 8 marzo al 5 aprile e che dovrebbero essere rinviate: ci vuole, però, la richiesta di tutte le parti. Dal 6 aprile le parti possono chiedere che il ricorso vada a decisione, senza discussione orale, e con possibilità di depositare note difensive, entro 2 giorni prima dell’udienza. Anche per le cause dal 16 aprile al 30 giugno 2020 non c’è discussione orale, con possibilità di note difensive: in alternativa, la parte può chiedere termini per depositare atti e documenti. Sentenza semplificata ok.

Giudizi cautelari. I giudizi cautelari promossi o pendenti dall’8 marzo al 15 aprile 2020 sono decisi dal presidente della sezione del Cds o del Tar o da un magistrato delegato. La decisione monocratica deve indicare la data della camera di consiglio collegiale dal 6 aprile al 15 aprile 2020, in caso di decreto di accoglimento totale o parziale; dopo il 15 aprile 2020 negli altri casi.

Camere di consiglio. Le camere di consiglio decisorie possono essere effettuate con collegamenti da remoto, con qualsiasi modalità (videoconferenza o audioconferenza), purché sia garantita la collegialità. Sono escluse le modalità di comunicazione asincrona quale lo scambio di e-mail.

Pareri. Non sono sospese le trattazioni delle questioni affidate alle sezioni consultive; i presidenti delle sezioni possono disporre il rinvio a dopo il 30 giugno 2020.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il colosso cinese Huawei non compare nella lista dei fornitori ammessi alla gara indetta da Tim e pa...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Tutti sulla nuvola a caccia dell’oro del secolo: i dati. Come custodirli, in sicurezza. E scambiar...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Rinvio al 30 settembre del termine per l'approvazione dei bilanci di previsione 2020-2022 e della sa...

Oggi sulla stampa