Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Procedura Ue sui mutui italiani: più concorrenza

I fari del mercato sono puntati oggi su Francoforte, dove la presidente della Bce Christine Lagarde parla al termine del board della banca centrale. Sul tavolo ci sono il futuro ritmo degli acquisti di obbligazioni nel programma di emergenza pandemica, il cosiddetto Pepp, e le stime sull’inflazione, che molto probabilmente saranno corrette al rialzo. I mercati si aspettano che Lagarde escluda qualsiasi avvio di discussione sul tapering, la riduzione degli acquisti, anche se negli Stati Uniti crescono le voci a favore di una retromarcia nella politica monetaria espansiva, nello specifico per un aumento dei tassi di interesse.

Intanto in Cina i prezzi alla produzione a maggio — segno dell’aumento delle pressioni inflazionistiche — sono saliti a un ritmo che non si vedeva dal 2008: l’indice Ppi è cresciuto del 9% su base annua, contro il 6,8% di aprile. Tuttavia, nonostante l’aumento dei prezzi e la ripresa dell’economia a livello internazionale, in molti Paesi tra cui l’Italia il Pil resta ancora ampiamente sotto i livelli pre crisi. Proprio Ieri l’Istat ha pubblicato nuovi dati sul crollo dei consumi durante la crisi pandemica: nel 2020 la spesa delle famiglie è calata del 9%, la contrazione più forte dal 1997 (anno di inizio della serie storica): una discesa che riporta il dato al livello del 2000. E nel primo trimestre si è registrato un ulteriore calo del 3,4%.

Sul fronte dell’Unione europea, a Bruxelles la Commissione ha aperto una procedura di infrazione contro l’Italia chiedendo di applicare pienamente la direttiva Ue sul credito ipotecario, in particolare le disposizioni su libertà di stabilimento, libera circolazione e vigilanza dei servizi degli intermediari del credito. L’obiettivo della direttiva, ricorda Bruxelles, è aumentare la protezione dei consumatori nel settore dei mutui e promuovere la concorrenza. Nel mirino della Ue, con un’altra procedura, ci sono anche i ritardi nei pagamenti.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La guerra dell’Unione europea contro le "Big Tech" è ormai partita. E sembra non fermarsi. Ieri ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Via il carcere per punire i giornalisti che diffamano, datato 1948, quando vide la luce la legge su...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La prima tranche del Recovery Fund si avvicina alle casse del Tesoro italiano. Un assegno da circa ...

Oggi sulla stampa