Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Primo sì alla bolletta con cadenza mensile

Primo deciso passo verso il ritorno alla bolletta telefonica su base mensile.
La Commissione Bilancio approva l’emendamento che il senatore Stefano Esposito (del Pd) ha presentato, in materia, al decreto fiscale.
Se anche l’aula del Senato darà il suo via libera, la fatturazione mensile sarà obbligatoria per tutti i contratti della telefonia, di Internet e anche delle pay-tv. Sono escluse da quest’obbligo le sole offerte promozionali temporanee, di durata inferiore al mese e non rinnovabili. Quando il decreto fiscale diventerà legge, le società telefoniche e della pay-tv avranno tempo 120 giorni per cancellare la bolletta emessa ogni 28 giorni e tornare a quella corretta, mensile. In caso queste società violino la cadenza mensile, il Garante per le Comunicazioni (l’AgCom) ordinerà di interrompere l’abuso (in tempi certi) e di restituire al cliente le somme incassate «indebitamente». Scaduto il termine fissato dal Garante, il cliente avrà diritto a un rimborso di 50 euro (più un euro per ogni giornata di ulteriore ritardo). Ignorare un ordine o una diffida del Garante espone al rischio di una sanzione, maggiorata, fino a 5 milioni.

Aldo Fontanarosa

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sono sessantasei i fascicoli di polizze infortuni in favore dei dirigenti di cui si sono perse le tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Questo shock senza precedenti potrebbe causare qualche vittima tra le banche». Un Ignazio Visco i...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Non sarà possibile avere il Recovery Fund in funzione dal primo gennaio 2021 e anche il Bilancio ...

Oggi sulla stampa