Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Prezzi immobiliari, a Londra i più proibitivi (malgrado la Brexit)

Con un budget di 300 mila euro nella capitale britannica si riescono ad acquistare soltanto 18 mq
Malgrado la Brexit, Londra è la metropoli con i prezzi immobiliari più proibitivi. La conferma arriva da uno studio della rete di agenzie Century 21. Pur non considerando città note per essere carissime dal punto immobiliare (Monaco, Ginevra, Hong Kong…), lo studio offre uno spaccato sulle disparità che esistono nel mondo quando si decide di mettere un tetto sopra la propria testa. Senza grandi sorprese è dunque Londra che vanta i prezzi più elevati. Con un budget di 300 mila euro nella capitale britannica si riescono ad acquistare soltanto 18 metri quadri. Non molti di più (20, per la precisione) a New York, mentre a San Francisco, che ospita le startup della Silicon Valley, si possono compare con quella cifra solo 28 metri quadri, a dimostrazione che le città più care non sono per forza le capitali. A riprova di ciò anche il caso di Parigi, in quarta posizione, con 31 metri quadri. Per riuscire ad acquistare un immobile grande bisogna andare agli antipodi: in Australia, per la precisione. Qui con 300 mila euro si possono comprare 114 mq a Sydney e addirittura 400 mq a Melbourne. Una sorpresa arriva infine dall’Europa centrale, dove i prezzi sono volati, tanto che Praga (80 mq) e Bratislava (85 mq) sono più care di Bruxelles (90 mq) e Porto (97 mq).

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

TORINO — La produzione della 500 elettrica ferma i contratti di solidarietà nel polo torinese, tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non deve essere imputata la società unipersonale. Non sulla base del decreto 231. In questo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora al palo la corsa agli aumenti di capitale agevolati dall’articolo 26 del Dl 34/2020...

Oggi sulla stampa