Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Pressing di Bankitalia, Bpm si conta

di Sergio Bocconi

MILANO — Si va verso un aumento che complessivamente potrebbe raggiungere, e anche oltrepassare, il miliardo di euro. Dipende da varie opzioni, fra le quali la distribuzione o meno del dividendo. Di certo oggi il consiglio della Bpm avrà sul tavolo una lettera che non potrà ignorare: quella firmata dal Governatore di Bankitalia Mario Draghi che, con un passo di moral suasion non proprio consueto, nei giorni scorsi ha «chiesto» il rafforzamento patrimoniale dell’istituto milanese. E con in mano la lettera di Via Nazionale il presidente della Bpm Massimo Ponzellini riproporrà la ricapitalizzazione, dopo che il 29 marzo il board della Milano ha bocciato (con 13 no su 18 amministratori) un aumento da 600 milioni. I rilievi sulle componenti di rischio avanzate da Bankitalia impongono però a questo punto di procedere con mano più pesante. Ieri Ponzellini è stato in riunione fino a tarda sera con il direttore generale Fiorenzo Dalu e il condirettore Enzo Chiesa. Il titolo, in attesa delle decisioni, ieri è andato peggio del mercato lasciando sul terreno il 4,53%. La giornata di oggi è importante ed è possibile si vada di nuovo alla «conta» . È però probabile anche che Bpm comunichi al mercato che in una successiva riunione (la prossima è in calendario è 12 maggio, ma non si può escludere un board straordinario) il consiglio esaminerà un progetto di aumento di capitale di importo compreso in un determinato range che, come si è detto, potrà dipendere anche dalle opzioni scelte per il rafforzamento. La proposta finale sarà poi approvata dall’assemblea straordinaria che andrà convocata (considerati i tempi a disposizione) dopo quella di bilancio di fine aprile. Inutile dire che, dopo la relazione dell’ispezione e soprattutto dopo la lettera di Draghi, i contatti con Bankitalia sono stati ininterrotti. E sono proseguiti anche ieri. Fra l’altro, Ponzellini e Chiesa hanno partecipato in mattinata in Piazza Affari alla tavola rotonda dell'Aspen Instituite, dov’era presente anche il vicedirettore generale di Via Nazionale, Anna Maria Tarantola.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un passetto alla volta. Niente di clamoroso, ma abbastanza per arrivare all’11% tondo, dopo una se...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non sempre il vino corrisponde al giudizio del venditore. Ma le cifre che giovedì Mediobanca — co...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Rush finale e già scontro sui nomi dei manager che dovranno guidare il Recovery plan e sui progetti...

Oggi sulla stampa