Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Poste scommette sul fintech, entra nel capitale Moneyfarm

L’investimento di Poste italiane è di 40 milioni di euro. Le risorse sono destinate all’aumento di capitale di Moneyfarm, azienda specializzata in servizi finanziari digitali, che nelle prossime settimane verrà sottoscritto, tra l’altro, anche dal gruppo Allianz. L’operazione è in attesa del via libera delle autorità di vigilanza, una volta ottenuta luce verde Poste sarà azionista di minoranza al fianco di Allianz della società, fondata da Giovanni Daprà e da Paolo Galvani. La mossa del gruppo postale, guidato da Matteo Del Fante, risponde all’intento di offrire alla propria clientela i servizi e le tecnologie di Moneyfarm per la gestione digitale del risparmio. In dettaglio, la partnership prevede che Poste italiane distribuisca un servizio di gestione patrimoniale in ETF con 7 linee di investimento, due di queste linee è previsto che vengano elaborate in via esclusiva per i clienti di Poste. «La nostra strategia per i servizi finanziari basata sul piano Deliver 2022 è centrata su un’offerta di prodotti destinata a diventare un punto di riferimento per i nostri 35 milioni di clienti», osserva Matteo Del Fante. L’accordo frutto di un lavoro preparatorio durato quasi un anno è spiegato da Daprà, amministratore delegato di Moneyfarm. «Noi e Poste abbiamo capito di avere la stessa idea di come stia cambiando il mercato del risparmio digitale e di come si possano accompagnare i risparmiatori in questo cambiamento. A loro — aggiunge — è venuto naturale pensare di espandere i servizi di gestione patrimoniale, anche per persone con piccoli patrimoni». Moneyfarm si occuperà dunque della definizione e della gestione dei portafogli di investimento su un modello basato su asset allocation strategica, diversificazione, orizzonte di lungo termine ed efficienza di costo. Fondata nel 2009 Moneyfarm è ormai un player internazionale di gestione digitale del risparmio con sedi a Milano, Londra, Cagliari e dal 2018 anche a Francoforte.

Puntiamo a far diventare i nostri prodotti un punto di riferimento per i nostri clienti

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’esordio di Andrea Orcel come ad di Unicredit, uscita con un utile trimestrale doppio rispetto al...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica, non fa suo il progetto per una rete unica ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un blitz della Ragioneria generale dello Stato evita un "buco" di 24 miliardi nel decreto "Sostegni ...

Oggi sulla stampa