Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Porta a porta contro il Covid-19

Una professione vera e propria. O un’opportunità per arrotondare le proprie entrate. O ancora una via per reinventarsi, soprattutto in tempi di crisi. È la vendita porta a porta, un settore in continua crescita, anche nei momenti di difficoltà dovuti alla diffusione del Coronavirus. Nei primi nove mesi del 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019, il numero degli incaricati alle vendite delle aziende associate Avedisco (l’Associazione vendite dirette servizio consumatori) è infatti aumentato del 18,2%, con oltre 44 mila nuovi ingressi che portano il numero totale degli Incaricati a 285.752 unità. Una crescita, quella dell’occupazione, che va di pari passo con l’incremento di fatturato, aumentato del 6,7% nel periodo gennaio-settembre 2020 per un totale Associativo che supera i 478 milioni di euro.

Le ragioni della crescita occupazionale, spiega Avedisco, sono in parte motivate dalle conseguenze economiche della pandemia che, a partire da marzo, ha inciso fortemente su interi settori, come i servizi legati ai trasporti, il turismo, la ristorazione, mettendo a repentaglio la posizione di tanti lavoratori a livello nazionale, che hanno trovato nella vendita diretta l’opportunità di reinventare la propria professione. E allo stesso tempo le Aziende hanno adattato i propri modelli di business al delicato contesto della pandemia, tramite il ricorso crescente agli strumenti digitali, indispensabili per ovviare all’impossibilità di svolgere vendite in presenza fisica, e offrire soluzioni per l’acquisto con la massima sicurezza, grazie anche al servizio di consegna a domicilio.

«Sia che si tratti della necessità forzata di un ricollocamento o del desiderio di reinventarsi professionalmente, i dati mostrano che il settore della vendita diretta costituisce un bacino fertile e solido per l’occupazione nazionale, anche in situazioni di incertezza», afferma Giovanni Paolino, presidente di Avedisco. «Per rimettersi in gioco nel mondo del lavoro, con etica, autorealizzazione e meritocrazia, le aziende associate Avedisco da sempre offrono formazione e servizi a tutti gli Incaricati, al fine di supportare al meglio il loro inserimento all’interno delle logiche aziendali, e dare nuova vitalità alla loro crescita professionale».

«Le imprese di Univendita (l’altra grande associazione di categoria, ndr) offrono l’opportunità di fare esperienza in un settore in crescita e al passo con i tempi», sottolinea il presidente Ciro Sinatra, «in cui l’elevata qualità dei prodotti proposti è abbinata ad una formazione professionale finalizzata ad assicurare al cliente un’esperienza d’acquisto personalizzata, basata su quel “fattore umano” che fa sempre la differenza, anche oggi che viene accompagnato dall’uso delle tecnologie digitali per comunicare con la clientela e offrire servizi innovativi. Sul piano lavorativo, la vendita a domicilio offre a ciascuno la possibilità di costruirsi il proprio percorso a seconda degli obiettivi che si pone, del tempo che sceglie di dedicare all’attività e anche delle proprie attitudini e passioni, perché gli ambiti in cui ci si può specializzare come consulenti esperti sono i più vari. Il tutto in un contesto in cui non si è mai soli: le aziende di Univendita garantiscono gratuitamente tutta la formazione che serve per cominciare, anche da zero, e poi per crescere professionalmente, aggiornarsi e affrontare sempre al meglio il mercato. Il nostro è un settore che guarda con fiducia al futuro, investe nelle persone ed è pronto ad accogliere chi vuole mettersi in gioco con impegno e serietà».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Dopo Google, anche Facebook firma un accordo che apre la strada alla remunerazione di una parte del...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Se lavori, niente assegno di invalidità. Lo dice l’Inps nel messaggio 3495 del 14 ottobre scorso...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ripensare, allungare, integrare Quota 102-104, eredi di Quota 100, per anticipare la pensione: tutt...

Oggi sulla stampa