Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Popolare di Bari trova l’offerta per la Cassa di Orvieto

La Popolare di Bari potrebbe fare cassa vendendo la Cr Orvieto, la piccola spa da circa 50 sportelli tra Umbria, Lazio e Toscana e 1,4 miliardi di attivi, di cui Bari controlla il 73,57%. Sul tavolo del board da ieri c’è un’offerta vincolante di Sri Global, fondo d’investimento fondato dal finanziere Giulio Gallazzi, che è stato anche nel board di Carige e presidente pro-tempore dell’istituto ligure per due mesi nel 2018. Sri offrirebbe 60 milioni di euro, più del prezzo di carico di Bari che è circa 50 milioni. La plusvalenza, insieme con il passaggio a un veicolo ad hoc entro luglio di 2,9 miliardi di crediti e la cessione di altre esposizioni nel settore energia (comunicati ieri dalla banca) farebbero rientrare l’istituto nei ratio patrimoniali, secondo i piani del ceo Vincenzo De Bustis (foto). Il bilancio 2018 — che sarà approvato dall’assemblea, rinviata al 13-14 luglio — è stato rettificato ieri con ulteriori 25 milioni di euro svalutazioni sui crediti: la perdita sale a 397,2 milioni e i ratio patrimoniali scendono al 7,52% come Cet1 e al 9,78% come total capital ratio. La decisione non è comunque ancora presa: «La banca valuterà assieme alla controparte le condizioni contenute nell’offerta» di Sri Global, è scritto in una nota. Ci sono alcuni ostacoli: la Fondazione Cr Orvieto non gradirebbe il potenziale acquirente; dall’altro la cessione priverebbe l’istituto presieduto da Marco Jacobini di una spa da poter utilizzare in una operazione di fusione e trasformazione della veste giuridica della popolare pugliese. A Bari si attende l’esito della trattativa con la Commissione Ue (la DgComp) sull’emendamento al Dl Crescita che riconosce crediti fiscali per favorire aggregazioni tra banche medio-piccole. Un via libera di Bruxelles potrebbe cambiare lo scenario del risiko bancario. Per questo, a Bari, non è detto che non si scelga di attendere.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Nell’autunno della grande spartizizone delle partecipate - quasi 500 nomine in agenda - scoppia la...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Criticata da Donald Trump e dilaniata al suo interno, la Federal Reserve ha deciso ieri, con sette v...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La manovra del governo giallorosso si tinge di verde. È infatti pronto per il varo un decreto per i...

Oggi sulla stampa