Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Pop. Vicenza taglia il prezzo dell’azione del 23%

Un ridimensionamento del valore delle azioni del 23 per cento. È questo il taglio deciso ieri dal cda della Banca Popolare di Vicenza, che ha deliberato di proporre all’assemblea dei soci di ridurre il valore dell’azione a 48 euro dai precedenti 62,5 euro, con una conseguente riduzione del 23,2 per cento. «La determinazione di tale valore – spiega l’istituto in una nota – è principalmente riconducibile agli effetti del Comprehensive Assessment effettuato dalla Bce ed ai conseguenti impatti sul patrimonio e sul target di capitale».
Complici le svalutazioni agli asset imposte da Francoforte, nel 2014 la banca vicentina ha registrato una perdita di 758 milioni di euro, un dato superiore al rosso da 497 milioni di euro annunciato a febbraio.
Per il presidente della Banca Popolare di Vicenza, Gianni Zonin, «l’evoluzione del contesto normativo e regolamentare, unito agli effetti della lunga crisi economica, hanno indotto il consiglio di amministrazione a proporre un adeguamento del valore dell’azione della Banca Popolare di Vicenza, coerentemente con le rigorose analisi condotte dal perito indipendente». In virtù di tale adeguamento, «l’azione Bpvi esprime un rapporto tra valore e patrimonio pari a 1,2». Fino ad oggi, il rapporto tra prezzo e patrimonio della banca si era attestato a 1,43, il valore più alto tra quelli delle banche popolari (quotate e non) interessate dalla riforma Renzi.
Alla vigilia dell’assemblea di sabato, il gruppo presieduto da Gianni Zonin dà così un segnale d’apertura in vista del risiko bancario che sembra pronto a scattare. Il calo della valorizzazione dell’azione potrebbe ora favorire eventuali fusioni con altri partner, rendendo meno costosi i concambi con soggetti aventi quotazioni inferiori. Veneto Banca – altra banca non quotata che dovrà valutare eventuali riduzioni di valore del titolo nei prossimi giorni – vale ad esempio 1,25 volte il suo patrimonio. Più bassi sono i rapporti price/book value delle banche popolari quotate, che valorizzano tra lo 0,6 e 1 volte il loro patrimonio.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Si rafforza il quarto decreto anti-Covid per far fronte all’emergenza economica e per indennizzare...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un discorso autonomo, sugli incentivi, va dedicato ai datori di lavoro dei servizi finanziari e assi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Con il sì definitivo al decreto legislativo correttivo del Codice della crisi cambiano anche le reg...

Oggi sulla stampa