Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Pop. Bari e Sondrio al lavoro per la spa

All’indomani della decisione della Corte costituzionale che ha dichiarato legittima la riforma delle banche popolari varata dal governo Renzi, Pop. Sondrio e Pop. Bari, gli unici due istituti con attivi al di sopra degli 8 miliardi di euro a essere rimasti cooperativi, sono al lavoro per ottemperare alla trasformazione in spa. Il primo passo formale sarà la convocazione delle assemblee dei soci. Per procedere, tuttavia, manca un tassello fondamentale, cioè un ulteriore passaggio del Consiglio di stato sulla materia. Gli addetti ai lavori attendono precisazioni sulla modalità di trasformazione e soprattutto sui tempi, che comunque dovrebbero essere brevi.L’istituto pugliese, secondo fonti di mercato, potrebbe convocare un’unica assemblea per l’approvazione del bilancio 2017 e la trasformazione in società per azioni entro la primavera. A differenza della Sondrio, la Popolare di Bari non punterebbe alla creazione di una holding intermedia spa, controllata da una cooperativa, cui conferire le attività bancarie. Non sarebbe nei piani nemmeno la quotazione in borsa.

L’istituto valtellinese ha in calendario un’assemblea dei soci il 28 aprile per l’approvazione del bilancio. Essa non è stata ancora convocata e non è escluso che si opti per un’unica data in cui far passare al vaglio dei soci anche la trasformazione societaria.

Intanto la maggiore realtà bancaria del Mezzogiorno ha fatto sapere di accogliere con favore il pronunciamento della Suprema corte, che pone fine a una situazione di grande incertezza, condizionando le scelte strategiche e generando diffuse preoccupazioni negli stakeholder sull’esito del pronunciamento.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’esordio di Andrea Orcel come ad di Unicredit, uscita con un utile trimestrale doppio rispetto al...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica, non fa suo il progetto per una rete unica ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un blitz della Ragioneria generale dello Stato evita un "buco" di 24 miliardi nel decreto "Sostegni ...

Oggi sulla stampa